Comunali, Mannheimer: "Candidati centrodestra outsider politica? Possono farcela"

·1 minuto per la lettura

“Da una parte va osservato che i nomi usciti dopo il vertice del centrodestra sono personaggi extra politici perché questo è coerente con la decisione dei leader del centrodestra stesso. Loro, per evitare conflitti politici, hanno fatto questa scelta. Ci sono equilibri da rispettare. Adesso c’è anche il conflitto tra Lega e Fratelli d’Italia con il possibile sorpasso di Fdi, quindi il momento è delicato e secondo me non riescono a mettersi d’accordo”. Lo dice all’Adnkronos Renato Mannheimer, sondaggista e sociologo, in merito ai nomi dei possibili candidati del centrodestra per le elezioni comunali.

“Questi personaggi extra politici - continua - possono farcela eccome, dipende solo dalla campagna. Molti elettori decidono all’ultimo minuto proprio sulla base della figura della persona e per questo motivo possono farcela. Dipende da come si presentano, da come si atteggiano, se vengono percepiti come esterni o come partecipi della vita cittadina. Io conosco Annarosa Racca, possibile candidata per Milano, che è molto presente nella vita milanese e se facesse una buona campagna potrebbe farcela anche perché il centrodestra a Milano è molto forte. Lo stesso anche per il candidato di Roma”.

“Molto dipende dalla campagna elettorale - conclude. Essere extra politici non allontana, anzi. Vista la sfiducia della popolazione nei politici, delle figure nuove potrebbero essere gradite”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli