Comunali, Matone-Santori (Lega): rete tranviaria Roma è al collasso

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 set. (askanews) - "L'esercizio della rete tranviaria a Roma è ormai al collasso. Un altro pezzo di storia della città che la giunta M5S ha voluto cancellare.Ma non è ancora tardi per fermare questo scempio". Lo hanno dichiarato Simonetta Matone, candidato prosindaco e capolista della Lega e Fabrizio Santori,candidati alle elezioni del 3/4 ottobre prossimi per il Consiglio Comunale di Roma, che hanno incontrato le rappresentanze sindacali di Uil e Ugl Trasporti.

"Intere linee di tram soppresse, sostituite a volta con bus navetta,velocità ridotta al minimo per i pericoli da scarsa manutenzione. Ci vorrebbero subito 300 milioni per rendere sicura ed efficente la rete tranviaria e farla preferire all' uso delle auto private,cosa impossibile visto che le corse passano ogni 30 minuti." Per i nuovi 50 tram annunciati nel 2019 non c'è ancora il bando di gara, anche se esistono i fondi del recovery", proseguono Matone e Santori.

"Per non parlare poi delle condizioni di lavoro dei dipendenti del deposito di Porta Maggiore ,dove sono stati cancellati oltre mille parcheggi per via della scellerata ennesima pista ciclabile voluta dalla Giunta Raggi. Con lo smaltimento dei rifiuti ,il trasporto pubblico rappresenta la prima emergenza della città. Per i 5 stelle è tra le ultime, prima ci sono le piste ciclabili", concludono.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli