Comunali, Salvini fa autocritica: "Si è perso per demeriti nostri"

·1 minuto per la lettura
SPINACETO, ROME, ITALY - 2021/10/01: The leader of Lega right party Matteo Salvini attends an electoral campaign press conference for the mayoral election in Spinaceto, a peripheral neighborhood in the west of Rome. (Photo by Andrea Staccioli/Insidefoto/LightRocket via Getty Images) (Photo: Insidefoto via Getty Images)
SPINACETO, ROME, ITALY - 2021/10/01: The leader of Lega right party Matteo Salvini attends an electoral campaign press conference for the mayoral election in Spinaceto, a peripheral neighborhood in the west of Rome. (Photo by Andrea Staccioli/Insidefoto/LightRocket via Getty Images) (Photo: Insidefoto via Getty Images)

“Sono abituato a metterci la faccia e non a dare le colpe agli altri. Il primo commento è sull’affluenza: la maggior parte non ha votato. E’ un’autocritica per me e per tutta la politica. Occorre essere più concreti sulla vita reale. Non possiamo perdere tempo su vicende private. Abbiamo perso per demeriti nostri”. Questo il primo commento sulle elezioni amministrative del segretario della Lega Matteo Salvini, intervenuto allo speciale di Rai 1. “Il centrodestra ha scelto i migliori candidati possibili. Non dirò mai una parola contro Bernardo e gli altri candidati. Ma abbiamo avuto troppo poco tempo per presentarli agli italiani. Stasera - precisa - la Lega avrà comunque più sindaci di quelli che avevamo ieri”.

L’anno prossimo andranno al voto 25 capoluoghi, tra cui città come Genova, Palermo, Monza e Lecce. “Il centrodestra - prosegue il leader del Carroccio - ha il dovere di individuare i suoi candidati il prima possibile entro il mese di novembre per avere 5-6 mesi di tempo per spiegare la nostra idea di buon governo. Il centrodestra unito vince sempre, solo che non dobbiamo perdere tempo”.

E sul governo: “Oggi gli italiani votavano per eleggere i sindaci: se qualcuno usa il voto per abbattere il governo di unità nazionale si sbaglia di grosso. Noi qua stiamo e qua rimaniamo. Non mi appassiona il dibattito sulla legge elettorale, ma quello sul lavoro, tasse e futuro del Paese”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli