Comune Biella cambia idea e mozione: cittadinanza onoraria a Segre

Gtu

Roma, 26 nov. (askanews) - L'amministrazione comunale cambia idea e mozione e darà la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita, scampata all'Olocausto, Liliana Segre.

Il sindaco leghista Claudio Corradino, al centro delle polemiche, ha però voluto sottolineare - anche via Facebook - dopo il consiglio comunale di non aver cambiato idea, bensì di aver "aderito volentieri alla mozione rivista".

"Avevo detto no a come era stata formulata la mozione, non alla cittadinanza onoraria a Liliana Segre. Oggi il Consiglio Comunale di Biella ha approvato con voto unanime ed è stata sottoscritta da tutti i consiglieri una mozione rivista che trasmette unità di intenti", ha spiegato il sindaco, aggiungendo: "Non ho cambiato posizione, ho aderito volentieri a una proposta arrivata dalle liste civiche di Dino Gentile dopo aver tolto una frase che aveva dato qualche problema. Questo dimostra il massimo rispetto da parte del sindaco e dell'intera città alla senatrice Segre". Quindi la soluzione è stata trovata e "ringrazio di cuore la lista Gentile e anche l'ex sindaco Marco Cavicchioli, abbiamo raggiunto una soluzione unitaria che è quello di cui Biella ha bisogno". "L'attacco sferrato alla Città di Biella è immeritato", ha voluto sottolineare il sindaco di Biella, ricordando: "Sono stato insultato sui social network da persone che vorrebbero difendere la Segre con metodi che la stessa commissione Segre condanna".