Comune Milano: inaugurata nuova piazza di fronte a scuola Ciresola

Red-Alp

Milano, 19 set. (askanews) - Una piazza a NoLo, di fronte alla scuola primaria Ciresola, che viene inaugurata, due (Dergano e Angilberto II) per le quali è pronto il progetto definitivo che renderà permanente il restyling avviato un anno fa, quattro (Bruzzano, Belloveso, Cooperazione e Gramsci) in cui stanno per partire i lavori, e un avviso pubblico per coinvolgere cittadini e associazioni nella realizzazione dei nuovi interventi. Sono le novità annunciate dal Comune di Milano nell'ambito del progetto di urbanistica tattica "Piazze aperte", realizzato in collaborazione con Bloomberg Associates e il supporto di Nacto Global Designing Cities Initiative e (per quanto riguarda la fornitura degli arredi) della ditta Vestre attraverso la mediazione dell'Ufficio del Commercio estero norvegese.

Una pavimentazione colorata nelle tonalità del giallo, azzurro e blu delimita da oggi la nuova area pedonale, che con piante, rastrelliere, tavoli da pic nic e ping pong e panchine per la sosta ambisce a diventare un luogo di socialità e interazione non solo per i bambini ma per tutto il quartiere. L'intervento, che ha compreso una riorganizzazione della viabilità al fine di favorire la mobilità dolce secondo le richieste del progetto Mobì, presentato allo scorso Bilancio Partecipativo, in continuità con il progetto "TrentaMi in verde" già realizzato in via Rovereto e nell'esedra del Parco Trotter, ha un carattere di sperimentazione il cui esito nei prossimi mesi sarà sottoposto a monitoraggio e ascolto del territorio.

"Abbiamo avviato 'Piazze aperte' un anno fa come sperimentazione, nei mesi scorsi abbiamo raccolto pareri e osservazioni dei cittadini che ci hanno consentito di migliorare i progetti e renderli definitivi" hanno dichiarato gli assessori comunali Pierfrancesco Maran (Urbanistica e Verde), Marco Granelli (Mobilità) e Lorenzo Lipparini (Partecipazione), aggiungendo che "la creazione di questi nuovi spazi di socialità, attraverso interventi di rapida realizzazione e dai costi contenuti, ha migliorato la vivibilità dei quartieri, dato identità a luoghi privi di decoro, creato occasioni di incontro, migliorato la sicurezza stradale soprattutto per i pedoni e ciclisti con attraversamenti stradali e percorsi ciclabili".

(segue)