Comune Napoli, Lega chiede dimissioni del sindaco de Magistris

Psc

Napoli, 25 ott. (askanews) - La Lega presenta una mozione di sfiducia al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Ad annunciarlo è il capogruppo in consiglio comunale, Vincenzo Moretto, secondo il quale sono "numerose e prioritarie le problematiche e le criticità che incidono da tempo, notevolmente e negativamente, sulla qualità di vita, sulla sicurezza e l'ordine pubblico, sul decoro, sulla salute dei cittadini ponendo la città di Napoli ai livelli più bassi delle varie statistiche e classifiche stilate annualmente". Per la Lega l'operato del sindaco de Magistris, in questi tre anni, "ha dimostrato una pochezza politica e amministrativa che è difficile trovare nella storia di Napoli". "De Magistris - ha aggiunto Moretto - si è caratterizzato per gravi inadempienze ai più elementari dettami di correttezza e buona gestione politico-amministrativa, oltre che per gravi inadempienze programmatiche. Lo stato di abbandono in cui versa il nostro Comune è un dato di fatto incontrovertibile". "La mancanza di programmazione in campo economico ha portato il Comune Di Napoli ad essere fuori da tante importanti linee di progettazione legate ai fondi europei. La frammentazione del quadro politico testimonia - ha detto ancora Moretto - la dissoluzione del vincolo fiduciario che ha legato i consiglieri al sindaco al momento dell'elezione". "Il consiglio comunale non può ulteriormente assistere passivo, solo per tutelare egoisticamente la propria sopravvivenza, a un così grave degrado senza farsi complice di una inaccettabile inerzia delle istituzioni, a tutto danno della comunità e dei cittadini" e, per tale motivo, la Lega ha chiesto la convocazione del consiglio comunale in seduta straordinaria. "Siamo comunque certi che il sindaco rassegnerà le dimissioni ancor prima della discussione di sfiducia. Non potrà fare diversamente altrimenti sarà non solo vittima, ma complice dei suoi carnefici", ha concluso Moretto.