Con 50 Defender per le Fiamme Gialle si conferma partnership Land Rover-Gdf

(Adnkronos) - Da decenni il Land Rover Defender è uno dei mezzi di riferimento delle istituzioni di tutto il mondo, soprattutto nelle missioni più impegnative. Da oggi con la simbolica consegna delle chiavi dal CEO di Jaguar Land Rover Italia, Marco Santucci, al Capo di Stato Maggiore della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Francesco Greco, 50 esemplari di Defender di ultima generazione sono ufficialmente entrati nel parco veicoli delle Fiamme Gialle. La cerimonia si è svolta nella sede del Comando Generale della Gdf a Roma e conferma una partnership più che ventennale fra l'istituzione e la casa automobilistica inglese. Un rapporto che ha visto nel corso degli anni, diversi modelli Land Rover affiancare le operazioni e le missioni degli uomini delle Guardia di Finanza su tutto il territorio nazionale, che anche grazie a questi mezzi hanno garantito un non comune apporto in occasione, tra l’altro, di tragiche circostanze, fra le quali il terremoto dell’Aquila del 2009.

Peraltro - si ricorda da Land Rover - proprio la Defender storicamente è stato un mezzo al servizio della collettività grazie alle collaborazioni con Polizia, Carabinieri, Protezione Civile, Corpo Forestale, Guardia Costiera e con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Senza dimenticare la recente partnership con l’INGV, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia che va ad aggiungersi ad altre collaborazioni di tipo scientifico e di CSR (Corporate Social Responsability). Da molti anni infatti, quasi 70, le Defender vestono la livrea della Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC).

La collaborazione fra Land Rover e Gdf, tra le prime Amministrazioni Pubbliche ad acquistare veicoli attraverso un bando di gara europeo, è iniziata ufficialmente nel 1994, con la fornitura di Defender, Discovery e Freelander, ma già due anni prima, quando divenne preoccupante il fenomeno delle auto blindate che al sud i contrabbandieri utilizzavano come arieti per forzare posti di blocco, si decise di utilizzare alcune Defender, con funzioni di ricognizione e anti-speronamento.

Una Land Rover Defender soft top del Corpo fu anche usata da Papa Benedetto XVI per benedire le popolazioni colpite dal sisma in Abruzzo, mentre la prima apparizione del nuovo modello di Defender con la livrea della Guardia di Finanza si è avuta alla recente cerimonia per i festeggiamenti del 247º anniversario di Fondazione dell’Istituzione

Anche nella nuova generazione, la più tecnologica e anche la più 'resistente' di sempre, collaudata fino al limite delle sue possibilità, la Defender conferma le sue qualità che l'hanno resa un mezzo di riferimento per tutte le istituzioni operative sul campo, capace di fornire un contributo fondamentale nelle missioni delle più Istituzioni e Amministrazioni Pubbliche.

Per Santucci d'altronde, "contribuire al benessere e al supporto della collettività è uno dei principi valoriali che intrinsecamente appartengono al DNA di Land Rover e che, in termini di visione, condividiamo con la Guardia di Finanza". "Siamo molto felici e orgogliosi di poter continuare questa ultradecennale collaborazione e di essere al fianco di chi, da sempre, è quotidianamente in prima linea su molteplici fronti e che, anche grazie ai nostri mezzi, è in grado di essere sempre al fianco degli italiani” ha concluso il Ceo di JLR Italia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli