Con Gentiloni in Europa, elezione suppletiva per Camera a Roma

Luc

Roma, 5 set. (askanews) - Con Paolo Gentiloni designato dal governo come componente italiano della commissione europea, sarà necessaria presto una elezione suppletiva a Roma. L'ex premier e deputato del Pd, infatti, è stato eletto alla Camera nelle elezioni politiche del 2018 nel collegio uninominale Lazio 1, a Roma, nel quartiere Trionfale.

La legge prevede che una volta accertata la vacanza del collegio uninominale dalla Giunta delle Elezioni e comunicata dal presidente della Camera, il presidente della Repubblica, su proposta del Ministero degli Interni, convochi con decreto i comizi elettorali del collegio interessato, in una data compresa tra i novanta e i centrotrentacinque giorni dal verificarsi della vacanza.

Nel 2019 sono state ben tre le elezioni suppletive che si sono svolte in Italia: nel collegio uninominale Sardegna - 01 il 20 gennaio 2019 per eleggere un deputato per il seggio lasciato vacante da Andrea Mura; e il 26 maggio, insieme alle elezioni europee, nel Collegio elettorale uninominale Trentino-Alto Adige - 04 per eleggere un deputato per il seggio lasciato vacante da Giulia Zanotelli, dimessasi per incompatibilità dopo la nomina ad Assessore all'Agricoltura della Provincia Autonoma di Trento e nel Collegio elettorale uninominale Trentino-Alto Adige - 06 per eleggere un deputato per il seggio lasciato vacante da Maurizio Fugatti, dimessosi per incompatibilità dopo l'elezione come Presidente della Provincia Autonoma di Trento.