Con il braccio in silicone a farsi il vaccino: sospeso operatore sanitario

·1 minuto per la lettura
Getty
Getty

L'uomo denunciato a Biella per essere andato a fare il vaccino con un braccio in silicone sarebbe un operatore sanitario. Il 50enne si era presentato in un hub vaccinale con un braccio finto per raggirare il sistema e ottenere il Green pass. 

Eppure i suoi piani non hanno funzionato perché l'infermiera si è resa conto dell'inganno. "Ho subito intuito che qualcosa non andava - ha spiegato Filippa Bua -. Siamo professionisti, ma di cose tanto fantasiose non mi erano mai accadute". 

GUARDA ANCHE: Vaccino Covid: che differenza c’è tra dose booster e dose addizionale?

Sul caso dell'uomo, che è stato sospeso dal suo incarico, è intervenuta anche l'Asl di Biella. "Si tratta di un episodio inqualificabile, irrispettoso nei confronti degli operatori, che denota una totale mancanza di responsabilità", ha detto il direttore generale Mario Sanò. "Un episodio deplorevole, che fa male all'intera comunità dal momento che siamo tutti impegnati ad accelerare la somministrazione delle terze dosi".

GUARDA ANCHE: Vaccino anti-covid bambini: obbligo, dosi ed effetti collaterali. Tutti i dubbi

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli