Con il suo cappotto double face Letizia Ortiz riuscirà a farci andare oltre il cappotto cammello?

Di Redazione Digital
·1 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

From ELLE

Il bicolore non è solo la tendenza capelli più azzardata dell'autunno, ma è anche il dettaglio inedito degli outfit più riusciti del momento. A fornirci l'ispirazione è stata ancora una volta Letizia Ortiz, che in occasione della XXXII edizione dei premi Re Jaume I a Valencia (dove ha presenziato da sola, mentre il marito Felipe VI era in quarantena) ha sfoggiato un cappotto in lana grigia double face dai risvolti malva. E allora, perché non optare anche noi per dei capi che giocano con i toni più diversi, per migliorare l'umore con una buona dose di cromoterapia formato vestiti e mandare messaggi al mondo attraverso i colori che scegliamo di indossare? Ispirati dalla regina di Spagna, potrebbe essere il momento giusto per andare oltre all'intramontabile cappotto cammello e al trench di pelle nera e fare largo al colore.

Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

Per l'occasione la sovrana ha rispettato anche un'altra tradizione: quella del riciclo, filosofia sostenibile che ha abbracciato da tempo. Il completo che ha sfoggiato, infatti, risale al 2016, e l'ha indossato a più riprese nel corso degli anni, spezzato o abbinato con accessori differenti. Se ve lo stavate chiedendo, il cappotto indossato da Letizia Ortiz è firmato Carolina Herrera, stilista spagnola molto amata dalla regina, ed è realizzato in panno di lana, con una silhouette classica che scende fluida per assestarsi su una lunghezza midi. La Regina lo ha esibito con maniche rimboccate e collo ben girato, di modo che l'interno double face color malva fosse ben visibile, e l'ha abbinato a un abito midi senza maniche con le stesse caratteristiche. Il dettaglio chic? Le décolletées in pelle argento: nulla di meglio a cui ispirarsi per le feste in arrivo.