“Con la scuola”: i docenti al centro del progetto Luiss BS

·2 minuto per la lettura
featured 1248282
featured 1248282

Milano, 18 mar. (askanews) – Rimettere al centro il docente nel ruolo di traghettatore nel cruciale passaggio dal mondo della scuola a quello dell’università e poi del lavoro. Dei mondi che dovranno essere sempre più vicini per garantire un futuro agli studenti di oggi. Se ne è discusso alla presentazione, in modalità virtuale, della nuova edizione di “Con la Scuola”, un progetto realizzato da Luiss Business School con il supporto di SNAM e la collaborazione di Confindustria e ANP. “La percezione del docente è cambiata nel tempo ma deve tornare al centro”, secondo Paolo Boccardelli, Direttore Luiss Business School: “E’ possibile, rimettendo al centro il vero elemento differenziante della scuola e cioè i protagonisti nella formazione nello sviluppo personale dei nostri ragazzi dando ai docenti questo ruolo importante nella società. Io credo che questo sia il punto centrale”.

Secondo il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, oggi non c’è più una idea della scuola da una parte e del lavoro dall’altra: “Oggi vi è un tempo in cui l’educazione è un fattore permanente e continuativo delle persone ed è un fattorwe a doppia entrata: quello che io imparo da lei e quello clei insegna me. Questo vale per tutto e anche questo rapporto col sistema delle imprese non deve essere saltuario, occasionale, non deve essere emergenziale, ma deve diventare un elemento continuo dei nostri sistemi educativi”, ha spiegato.

Un concetto condiviso anche da Paola Severino, vice Presidente Luiss Guido Carli: “Scuola e università ti devono preparare alla vita, abituare al rispetto della legalità, a concetti etici come il valore del merito, ma ti devono anche abituare e condurre verso la via del lavoro”.

Secondo Giovanni Brugnoli, Vice Presidente Capitale Umano Confindustria, non si deve tornare indietro: “Dobbiamo vedere la scuola e le università con una visione strategica per i nostri giovani e per il futuro del nostro paese.

Noi abbiamo voluto fortemente partecipare a questo progetto perché come Confindustria abbiamo voluto e stiamo al fianco delle scuole per un senso civico e per far capire ai ragazzi qual è la traiettoria del Paese”, ha sottlineato.

Secondo Paola Boromei, EVP Human Resources & Organization di Snam, scuola e impresa possono dare molto l’una all’altra: “L’impresa cosa puo portare alla scuola? Il passaggio dal sapere al saper fare e una diversa nozione di velocità: in azienda quando entra una priorità tutte le pianificazioni vengono riviste. C’è molta flessibilità intorno agli obiettivi strategici. Il lavoro genera sempre un impatto economico sull’andamento della società”.

Al webinar della Luiss Business School hanno partecipato tra gli altri anche Licia Cianfriglia, Responsabile partnership e relazioni esterne ANP,

Francesca Traclò, coordinatrice scientifica progetto Con la Scuola, Marco Ugliano, dirigente scolastico dell’istituto Volta di Napoli, Tatiana Giuffredi, docente del Liceo Marconi di Parma.