Con la serie 9 OnePlus torna a innovare alla grande

Ugo Barbàra
·5 minuto per la lettura

AGI - A volte le aziende più innovative hanno bisogno di fermarsi un attimo e guardarsi alle spalle per riscoprire da dove vengono e capire quale strada intraprendere. È successo a OnePlus, uno dei produttori di smartphone più amati da chi si rifiuta di essere mainstream e che pure, dopo aver sparigliato le carte con una campagna marketing rivoluzionaria e prodotti di ottima qualità a prezzi ragionevoli, si era un po' smarrita, incappando in scelte che non avevano trovato il favore dei fan.

Perché nel caso di OnePlus di fan e non si semplici acquirenti si tratta. Basti pensare che loro - la community - sono stati quasi sempre la base alla quale designer e progettisti di sono rivolti per capire quali caratteristiche dovesse avere il modello successivo. E quando hanno smesso di farlo, il marchio ha segnato il passo, perso quote di mercato e, soprattutto, appeal innovativo.

Ora si può dire che la casa fondata da Pete Lau ha ritrovato la strada e ha messo in pista uno dei migliori smartphone di questa stagione, insieme con una partnership che sembra destinata a contraddistinguere per i prossimi anni la produzione della casa cinese. Grazie a un accordo triennale con Hasselblad, il comparto fotografico è il punto forte non solo del top di gamma della serie ammiraglia presentata martedì 23 marzo, ma di tutti e tre i modelli per un range di spesa decisamente al di sotto dei competitor e che va da 719 a 919 euro. 

La serie 9 sposa in ambito fotografico quella 'controrivoluzione' che sembra essere diventata filosofia comune tra i produttori cinesi: meno intelligenza artificiale e più realismo. Meno foto migliorate fino quasi alla mistificazione e più resa del reale: nei dettagli, nel colore e nella luce. 

Al momento la partnership con Hasselblad si incentra sulla Natural Color Calibration che si sposa a una nuova generazione di display perché quello che viene fotografato sia reso al meglio sullo schermo. 

Un comparto che richiede prestrazioni di livello e per questo la serie 9 monta il processore Qualcomm Snapdragon 888 e il Fluid Display QHD+ a 120 Hz che incorpora una tecnologia di ultima generazione per migliorare la durata della batteria e le prestazioni di gioco.

La Warp Charge 65T e Warp Charge 50 Wireless riducono il tempo di ricarica del dispositivo.

Negli anni quello che più è stato contestato ai produttori cinesi di smartphione con fotocamere di qualità è stata la 'spinta' sul colore. Ora con Hasselblad Camera for Mobile, OnePlus cerca di restituire autenticità alle immagini, calibrando insieme i sensori di OnePlus 9 e 9 Pro, eseguendo numerosi test di laboratorio e sfruttando gli standard di Hasselblad  per analizzare centinaia di scene di vita reale attraverso la fotografia computazionale e affinare il colore, grazie alla loro reciproca comprensione delle prestazioni cromatiche della fotocamera e delle esigenze e delle abitudini degli utenti di smartphone.

La fotocamera principale da 48MP di OnePlus 9 Pro è dotata di un sensore IMX789 progettato in collaborazione con Sony, La fotocamera ultra-wide da 50MP utilizza un sensore Sony IMX766 e la Freeform Lens utilizza una serie di curve progettate ad hoc per correggere la luce in entrata, portando la distorsione ai bordi delle foto a circa l'1%. La fotocamera ultra-wide permette anche di catturare foto macro con la possibilità di mettere a fuoco da una distanza di 4 cm dal soggetto.

Il teleobiettivo da 8MP di OnePlus 9 Pro offre uno zoom 3,3x (77mm) con stabilizzazione ottica (OIS) per ridurre la sfocatura, con un massimo di 30x di zoom digitale. Oltre a queste fotocamere, OnePlus 9 Pro presenta una fotocamera monocromatica dedicata che lavora insieme alla fotocamera principale di OnePlus 9 Pro per aggiungere dettagli e stratificazione alle foto in bianco e nero e la funzione tilt-shift che simula lo speciale effetto in miniatura di un obiettivo tilt-shift per foto più creative.

La fotocamera principale di OnePlus 9 Pro è dotata di un numero di pixel 16 volte superiore a quello dei 1080p standard per video di alta qualità. Può scattare a 4K 120fps, fornendo sempre più possibilità creative nelle riprese video e nell'editing, grazie anche al Digital Overlap HDR (DOL-HDR) che assicura una visione chiara del soggetto in ambienti retroilluminati. La fotocamera ultra-wide di OnePlus 9 Pro può anche creare video time-lapse in movimento.

Il Fluid Display integra la tecnologia LTPO che consente di regolare automaticamente la frequenza di aggiornamento da 120 Hz fino a 1 Hz per adattarsi ai bisogni dell'utente, con un consumo energetico significativamente inferiore. La tecnologia Hyper Touch offre anche un tempo di risposta molto più veloce quando si gioca a certi giochi, aumentando la velocità di sincronizzazione tra il processore e il display a 360 Hz - fino a sei volte più veloce di prima. La connessione 5G è alimentata dal sistema X60 5G Modem-RF  integrato. 

La Warp Charge 65T fornisce l'energia necessaria per l'utilizzo giornaliero in soli 15 minuti e può ricaricare dall'1 al 100% in 29 minuti. OnePlus 9 Pro raggiunge questa velocità utilizzando una batteria da 4.500 mAh con un design migliorato a doppia cellula per ridurre la resistenza interna e il riscaldamento durante la ricarica. Questo dà al OnePlus 9 Pro la capacità di caricare a una potenza più alta per un periodo prolungato.

La Warp Charge 50 Wireless ricarica entrambe le cellule della batteria a 25W, caricando dall'1 al 100% in 43 minuti.

OnePlus 9 Pro è disponibile in tre colorazioni ispirate alla natura - Morning Mist, Pine Green e Stellar Black - e offre una classificazione IP68 per la resistenza all'acqua e alla polvere.

OnePlus ha anche presentato il primo indossabile, un orologio rotondo che emula l'aspetto di uno tradizionale e una cassa da 46 mm in acciaio inossidabile. Offre una durata della batteria di due settimane, con in 5 minuti la ricarica per una giornata e in 20 minuti per una settimana. Sarà disponibile a 159 euro.