Con Locauto si può portare il proprio cane su un'auto a noleggio

Milano, 18 lug. (askanews) - Diviene finalmente possibile portare il proprio cane in vacanza anche se si viaggia a bordo di un'auto a noleggio. A farlo ci ha pensato Locauto, con il progetto "bau the way", che punta anche a sensibilizzare sull'abbandono degli animali, fenomeno purtroppo ancora attuale malgrado sia diventato un reato. Un'innovazione voluta da Raffaella Tavazza, Vice President di Locauto

"L'iniziativa 'bau the way' nasce più o meno lo scorso aprile quando io la mia famiglia abbiamo deciso di allargare la nostra famiglia introducendo un cagnolino, solo che avevamo già programmato le vacanze estive per cui ci siamo posti il problema di come portarlo con noi. Verificando le varie possibilità, abbiamo visto che i cani sono ammessi sugli aerei, sono ammessi sui treni e anche negli alberghi mentre come autonoleggio il cane tendenzialmente non è molto benvenuto" ha ricordato Tavazza, aggiungendo "allora mi sono sentita in dovere di dare la possibilità alle famiglie che hanno un animale domestico, nella fattispecie un cane, di poter viaggiare con i loro cagnolini durante l'estate: per cui abbiamo creato questo kit che prevede la sanificazione di tutte le vetture in cui viene introdotto un cane e, in aggiunta, regaliamo al cliente una sacchettina brandizzata Locauto, contenente un telo copri sedili posteriori e un cinturino a norma di Legge tale per cui possiamo far viaggiare il cane in completa sicurezza e in linea con la normativa vigente. "Tutto questo kit - ha aggiunto la vice president - rimane come nostro regalo al cliente che ha noleggiato con Locauto".

La campagna Bau the way', gioco di parole che parte dall'espressione inglese 'by the way', punta a fare in modo che chi viaggia con un'auto a nolo non si debba separare dal proprio cane nemmeno per lasciarlo in qualche pensione per animali durante i mesi estivi.

"Per promuovere questa campagna che io sento molto vicino a quello che è il mio essere, ho chiesto a tutto il management aziendale di metterci la faccia, quindi abbiamo promosso una campagna sui diversi canali social e sulla stampa, in base alla quale sono state pubblicate delle foto dei vertici aziendali insieme con i nostri amici a quattro zampe, che avuto molto successo perché abbiamo ricevuto molte le condivisioni" ha proseguito Raffaella Tavazza, sottolineando che "siamo stati contattati da diversi enti tra cui, in primis, dalla Lav, la Lega antivivisezione, con cui condurremo una campagna insieme, congiunta, contro gli abbandoni degli animali". "Questa nostra campagna 'bau the way' - ha concluso - è partita nei mesi caldi di luglio e agosto proprio perché la Lav ci ha segnalato che la maggior parte degli abbandoni, circa 60mila su 150mila, avviene nei mesi estivi".