Con P Zero Corsa Pirelli celebra 50 anni di Lamborghini Countach

·3 minuto per la lettura

Da 50 anni Pirelli è al fianco di Lamborghini nelle diverse versioni di Lamborghini Countach, fino alla nuova LPI 800-4, una serie limitata a 112 esemplari che omaggia la supersportiva prodotta per la prima volta nel 1971. Per l'ultima nata, 814 Cv e 355 km/h di velocità massima, Pirelli ha predisposto pneumatici P Zero in misura 255/30 R20 all’anteriore e 355/25 R 21 al posteriore, sviluppati per favorire le performance del veicolo su strada e ottime condizioni in termini di sicurezza, controllo e direzionalità.

Pirelli P Zero nasce come pneumatico Ultra High Performance (UHP) e combina l’esperienza Pirelli acquisita sia nelle competizioni automobilistiche che nella collaborazione con le migliori case auto. Saranno disponibili come optional anche i P Zero Corsa che grazie alla bi-mescola del battistrada e al suo disegno asimmetrico, offrono il corretto bilanciamento tra le velocità elevate della pista e il relativo grip di trazione, con un’ottimale resistenza agli elevati stress termodinamici delle alte prestazioni delle auto su cui vengono montati.

Nata 'rivoluzionaria' la Countach è stata da subito la sportiva simbolo degli anni ’70: la collaborazione con Pirelli - che forniva il Cinturato CN12 alla Miura - si sviluppò con il P7, scelto all’epoca come primo equipaggiamento per il prototipo Countach LP 500 del 1971. Due anni dopo, la Countach si trasforma in una vettura di serie con la LP 400, che con soli 152 esemplari prodotti fino al 1977, è la versione più ricercata dai collezionisti. Dalla LP 400 si passa alla LP 400 S, con i nuovi pneumatici Pirelli P7 super ribassati su cerchi in magnesio di nuovo disegno. Dopo la Countach LP 5000 S (1982-1985) e la LP 5000 Quattrovalvole (1985-1988), debutta nel 1988 la Countach 25° Anniversario, la prima Lamborghini a montare Pirelli P Zero, la linea di pneumatici per supercar che ancora oggi calza le auto più performanti. Peraltro i pneumatici delle versioni storiche di Lamborghini Countach sono ancora disponibili nella gamma di Pirelli Collezione, dedicata alle vetture più iconiche costruite fra il 1950 ed il 1980, che conservano l’originalità della gomma unendo un’immagine vintage a tecnologie moderne.

Il rapporto fra le due aziende italiane peraltro nasce nel 1963, quando Ferruccio Lamborghini chiese a Pirelli di gommare la prima vettura della sua neonata azienda automobilistica: la 350 GTV, un prototipo presentato al Salone di Torino di quell’anno. È il primo passo di una collaborazione storica che dura ancora oggi e che ha segnato alcune delle tappe più importanti della storia dell’automobilismo mondiale.

Dal prototipo GTV nacque la 350 GT, il primo modello di serie dello storico marchio, sul quale venne montato un pneumatico della famiglia Cinturato con specifica HS (High Speed), sviluppato per essere utilizzato su auto sportive capaci di raggiungere i 240 km/h. In seguito Pirelli realizzò pneumatici specifici per la Lamborghini LM002 con i Pirelli Scorpion, la Lamborghini Diablo (1990) con equipaggiamento Pirelli P Zero, la Murciélago (2001) e la Gallardo (2003), con i pneumatici P Zero Rosso.

Per suggellare una collaborazione lunga oltre mezzo secolo, la Casa del Toro, inoltre, ha creato una versione speciale della Aventador: la Lamborghini Aventador LP 700-4 Pirelli Edition. Una gamma sempre più ampia, quella di Lamborghini, per cui Pirelli continua a sviluppare pneumatici dedicati: dagli Scorpion per il Suv Urus, ai P Zero o P Zero Corsa per le coupè, le spyder e le roadster.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli