Con violazione account Ranucci in pericolo dati inchieste 'Report'

webinfo@adnkronos.com

La Security della Rai è al lavoro. A quanto apprende l'Adnkronos la violazione dell'account bancario di Sigfrido Ranucci riguarderebbe anche i profili delle utenze aziendali, numeri di telefono, mail e indirizzo di casa. Tutte informazioni presenti dal 2015 nell'archivio della banca dove quattro anni fa il giornalista ha aperto un conto. Non ci sarebbe stata nessuna sottrazione di denaro, ma si sarebbe trattato di un'operazione finalizzata solo a prendere informazioni su di lui. Un'operazione che non si riferirebbe al data breach di cui la banca in questione aveva dato notizia tempo fa. 

La Rai, in queste ore, starebbe verificando se ci sono rischi per l'Azienda, considerato che esistono spyware che possono penetrare attraverso un indirizzo mail o un cellulare nell'intranet di un'azienda. Non solo: essendo Ranucci il responsabile della trasmissione è contestualmente anche il terminale di tutte le informazioni più sensibili. Sulla sua mail, spiegano le fonti, viaggiano file audiovisivi, copioni, inchieste che sono in preparazione, che stanno per andare in onda, documenti legali, testi sensibili. Tutte informazioni, inclusi i numeri telefonici delle fonti e ogni altro numero, che, sottolineano, potrebbero rendere più vulnerabile un'inchiesta giornalistica. Insomma, come sottolineano fonti accreditate, ora l'operatività di 'Report' potrebbe essere più fragile.