Conai: Italia ai vertici per riciclo, ora incentivi fiscali

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 lug. (askanews) - "Il 73% di riciclo degli imballaggi, messo a segno nell'anno in cui è esplosa la pandemia, è un risultato che supera le aspettative e che pone l'Italia ai vertici delle classifiche europee. Ora è importante vincere le sfide sostenibili che il Paese si trova ancora a dover affrontare". A ricordarlo è il presidente di Conai Luca Ruini a Persone, prosperità e pianeta al centro della transizione ecologica, evento in occasione del G20 energia e clima oggi a Napoli.

"Occorrono incentivi fiscali per chi sceglie di usare materia riciclata, e soprattutto serve colmare il deficit impiantistico di cui soffrono molte Regioni del Mezzogiorno: è importante dialogare con i territori per spiegare l'importanza degli impianti per trattare e riciclare i rifiuti, e formare le competenze perché quegli impianti possano essere gestiti. Un recente studio di CONAI mostra come al Sud manchino 165 impianti: un investimento necessario di oltre 2 miliardi di euro ma anche la possibilità di dare lavoro a oltre 2.300 addetti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli