Concertone Primo Maggio, l'evento si conclude con il saluto di Ambra a Fedez

concertone primo maggio 2022
concertone primo maggio 2022

Concertone Primo Maggio 2022: dopo due anni di pandemia, la “piazza è tornata a vivere”. Gli artisti che si sono esibiti in questo maxi-evento e che hanno lanciato messaggi di pace dal palco di Roma sono stati moltissimi: da Ambra Angiolini a Bugo, ai Go_A a Mr. Rain e tanti altri ancora.

Il Concertone del Primo Maggio 2022 torna in presenza, i sindacati: “Significato simbolico e profondo”

Nel pomeriggio di domenica 1° maggio, ha avuto inizio il Concerto del Primo Maggio: gli artisti hanno cominciato a esibirsi sul palco di San Giovanni a Roma accolti dalla folla radunata in piazza. Dopo due anni vissuti all’insegna della pandemia Covid, l’evento si è nuovamente svolto in presenza, senza l’imposizione di dover organizzare uno show virtuale o rispettare il distanziamento sociale. L’unico obbligo in vigore resta quello di usare la mascherina.

La maratona musicale è stata organizzata dai sindacati confederali per la Festa dei Lavoratori e ha come slogan “Al lavoro per la pace”. Non sono mancati, infatti, i riferimenti alla guerra in Ucraina. A questo proposito, Cgil, Cisl e Uil hanno dichiarato: “Il Concerto del Primo Maggio 2022 assume un significato simbolico e profondo: confrontarsi sul presente per affrontare il futuro con responsabilità, visione e speranza. Una sorta di racconto collettivo, una narrazione attraversata da tanta musica, ma anche da parole ed emozioni condivise”.

A rappresentare l’Ucraina sul palco romano, sono stati presenti come unici ospiti stranieri i Go_A, band di Kiev che nel 2021 ha rappresentato il Paese all’Eurovision song conteste.

Ambra Angiolini: “Ciao Fedez!”

Il concerto del primo maggio si è chiuso come era iniziato. Ambra Angiolini ha salutato il pubblico leggendo il brevissimo messaggio scritto da Fedez sui social: “Vi vogliamo salutare con il messaggio di un amico del primo maggio, che ha scritto: ‘Buon Primo Maggio e buon concertone a tutti. Avrei voluto essere lì ma credo che il mio invito si sia perso’. Ciao Federicoooo!”.

Bonelli: “Una piazza così piena non l’avevo mai vista”

A circa un’ora dalla conclusione del concerto del Primo Maggio sono arrivati anche i primi bilanci di quello che può essere considerato il “concertone” dei record. Il numero uno di iCompany Bonelli – si legge da Rockol – si è detto soddisfatto della buona riuscita dell’evento: “Una piazza così piena come non l’avevo mai vista, i ragazzi che cantano, l’entusiasmo delle persone, questo concerto così riuscito mi fa pensare che la scelta che abbiamo fatto della ‘musica attuale’, anche contestata e controversa, alla fine sta pagando, dando la possibilità ai giovani di dare nuova linfa a un evento storico come il Concerto del Primo Maggio, che oggi è il concerto gratuito più grande in Europa. E io sono onorato di esserne l’organizzatore, da otto anni”.

Marco Paolini: “L’acqua è un bene comune”

Marco Paolini
Marco Paolini

L’attore Marco Paolini ha invece portato all’attenzione un tema di importanza cruciale ossia quello della salvaguardia delle nostre risorse idriche: “L’acqua è un bene comune. I beni comuni forse sono l’arma migliore che abbiamo per combattere il cambiamento climatico. Caro Primo maggio, da domani tira fuori il nostro coraggio.”

Bugo e la polemica sulla T-Shirt accusata di essere pro-Russia: “Era degli Oasis!”

Bugo maglietta
Bugo maglietta

Nel frattempo Bugo reduce da una fortunatissima parentesi nelle vesti di conduttore del concerto del primo maggio ha fatto chiarezza sulla maglietta indossata sul palco e finita nel mirino sui social perché accusata di essere pro-Russia: “Ma quale maglietta pro-Russia! Ho indossato una t-shirt di un concerto degli Oasis. Che follia… ho affrontato temi importanti come la sicurezza sul lavoro, sulle strade, i diritti dei lavoratori dello spettacolo, la sclerosi multipla. E sui social vengo attaccato per una maglietta”, sono state le parole di sfogo riportate dalla testata Leggo.

Mengoni e il messaggio di pace sulle note di “Blowin’ in the wind”

Marco Mengoni
Marco Mengoni

Il cantante Marco Mengoni ha trasmesso un messaggio di pace facendo parlare la musica. Sulle note della meravigliosa “Blowin’ in the wind” di Bob Dylan l’artista ha dichiarato: “Quando ho pensato che sarei venuto al Primo maggio mi è subito venuta in mente questa canzone. Una canzone importante per tutti […] sperando che un giorno le guerre possano essere portate via dal vento”.

Ornella Vanoni ricorde le morti bianche: “La vita non ha più valore”

Ornella Vanoni 1 maggio
Ornella Vanoni 1 maggio


Particolarmente sentito è stato l’intervento di Ornella Vanoni che ha volto il suo pensiero ai tanti operai morti sul posto di lavoro: “Era tanto tempo che desideravo venire al Primo maggio, ma mi dicevano sempre: ‘Non è per te'”. Così ho portato una canzone di Chico Buarque de Hollanda su una morte bianca, certo non esaltante, non rock o funk, ma sicuramente è una canzone importante. Dall’inizio dell’anno sono morti 200 operai, oramai tutto deve essere fatto in fretta, la vita non ha più valore, le impalcature sono fatte senza cura e crollano come quella che pochi giorni fa ha schiacciato un ragazzo. E poi gli operai fanno orari di lavoro tremendi. Alla fine di questa canzone sulla gente che muore non mi applaudirete come quando ascoltate le canzoni che vi piacciono, ma è una canzone meravigliosa”.

Il messaggio di Big Mama contro i bulli: “Mi dicevano: cicciona fai schifo”

Big Mama 1 maggio
Big Mama 1 maggio

Sul palco del primo maggio è arrivata anche Big Mama. La rapper ha parlato al cuore dei giovani infondendo un messaggio di accettazione del proprio corpo e soprattutto di sé stessi: “Non sono stata trattata molto bene dalle persone. Mi dicevano: cicciona, fai schifo […] ero convinta di meritarlo finché ho iniziato a scrivere e ho iniziato a credere moltissimo in me stessa”. La piazza ha riservato però tanto calore all’artista e ha risposto cantando: “Sei bellissima”.

Concertone Primo Maggio 2022, Ambra Angiolini: “Dopo due anni, la piazza è tornata a vivere”

Il Concertone del Primo Maggio 2022 è stato condotto da Ambra Angiolini che, mettendo in pratica lo slogan “Al lavoro per la pace”, ha deciso di inviare un messaggio preciso e potente dal palco di San Giovanni. Nel pomeriggio, infatti, la conduttrice è salita sul palco indossando un maglione a righe orizzontali azzurre e gialle. Il capo d’abbigliamento è un chiaro riferimento alla bandiera dell’Ucraina.

Ambra angiolini magione ucraina
Ambra angiolini magione ucraina

Nel presentare l’evento organizzato dai sindacati, Ambra Angiolini ha dichiarato: “La piazza è tornata a vivere. Dopo due anni di piazza vuota, siamo qui insieme per ricordarci che la libertà e il lavoro sono diritti dell’essere umano che meritano rispetto. Iniziamo questo concerto però con un diritto negato, quello alla pace“.

Focalizzandosi sulle morti sul lavoro e sul conflitto russo-ucraino, poi, ha aggiunto: “Ma c’è un’altra guerra che fa tantissime vittime, una guerra silenziosa, quella delle morti sul lavoro. Facciamo sentire il male che fa, invochiamo una sacrosanta pace in Ucraina. Ma c’è anche un’altra guerra che non abbiamo terminato e che ha ucciso negli ultimi mesi 189 persone“.

Bugo conduttore al Concertone del Primo Maggio

Al fianco di Ambra Angiolini, per la prima volta nel ruolo di co-conduttore, è salito sul palco del Concertone del Primo Maggio 2022 il cantante Bugo. Nel debuttare nel nuovo ruolo, l’artista è salito sul palco imbracciando una chitarra e intonando il ritornello del suo brano Io mi rompo i coglioni.

Pochi secondi dopo, ha lasciato la chitarra e ha accolto il pubblico in piazza, affermando: “Non è vero quello che ho detto, sono contento di essere qui ma i ragazzi mi hanno invitato a fare il conduttore. Sono qui per lanciare messaggi positivi”.

Guerra in Ucraina, i Go_A cantano Imagine di John Lennon

Al Concertone del Primo Maggio 2022, la band ucraina Go_A si è esibita cantando Imagine di John Lennon. A questo proposito, la leader del gruppo, Kateryna Pavlenko, ha dichiarato: “La musica è un linguaggio che ci unisce da sempre”.

Concertone Primo Maggio 2022, i messaggi degli artisti

BigMama: “No al bullismo, mi gridavano cicciona”

Dal palco di San Giovanni, gli artisti hanno lanciato messaggi importanti e significativi. BigMama, ad esempio, ha raccontato di essere stata vittima di bullismo: “Mi gridavano cicciona, ma guardate quanto sono figa”.

Al suo debutto al Concertone del Primo Maggio, l’artista ha cantato Poker e Body Positivity e ha dichiarato con ironia: “Mai parlare male di qualcuno, poi magari te lo ritrovi che canta sul palco del Concertone”.

Mr. Rain sul suicidio: “Chiedere aiuto è un atto di coraggio, non di codardia”

Mr. Rain, all’anagrafe Mattia Balardi, prima di esibirsi nella sua Crisalidi, ha voluto lanciare un appello rivolto ai più giovani sul tema del suicidio.

Il cantante, infatti, ha elencato i nomi di tre ragazzi e ha spiegato: “Matteo, Aron, Chantal. Questi tre ragazzi hanno due cose in comune: la prima è che hanno ceduto al peso della depressione, la seconda che hanno deciso di togliersi la vita. L’aspetto brutto di quando siamo in lotta con noi stessi e le nostre paure è che per quanto affondiamo, crediamo sempre di potercela fare da soli. Ma lottare da soli, è come cercare di uscire dalle sabbie mobili, più cerchi di scappare e più affondi. La salute mentale è importante tanto quella fisica. E per esperienza personale, non abbiate paura, chiedere aiuto non vi rende deboli, è un atto di forza. Chiedere aiuto è un atto di coraggio, non di codardia“.

Fasma: “Lottiamo per la pace, siamo noi il futuro”

Fasma, invece, ha voluto lanciare un appello per la pace, affermando: “Per me agire non è riuscire ma fare e rifare. Agire è un privilegio per chi sta in guerra ora, non 50 anni fa. Tu puoi scegliere, tu puoi agire. Agisci e fallo ora. Perché domani è troppo tardi. Siamo noi il futuro“.

Fedez sul Concertone del Primo Maggio 2022: “Avrei voluto essere lì ma credo che il mio invito si sia perso”

A proposito del Concertone del Primo Maggio 2022, è intervenuto anche il rapper Fedez. Il marito di Chiara Ferragni, che è stato il protagonista indiscusso dell’edizione 2021 dell’evento, ha postato alcune Instagram Stories.

Alludendo alla polemica dello scorso anno incentrata sulla censura della Rai sul suo intervento sul ddl Zan, infatti, il rapper ha scritto il seguente messaggio: “Buon Primo Maggio e buon Concertone a tutti. Avrei voluto essere lì ma credo che il mio invito si sia perso”.

fedez instagram concertone primo maggio 2022
fedez instagram concertone primo maggio 2022
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli