I concessionari europei per un approccio realistico al piano Fit for 55

(Adnkronos) - I concessionari europei dell'auto, tramite l'AECDR (Alliance of European Car Dealers and Repairers), chiedono all'UE un approccio realistico alla transizione verso la mobilità a impatto climatico zero, schierandosi a favore del pianto Fit for 55. In un documento pubblicato oggi l'associazione chiarisce il ruolo e l'impegno dei concessionari europei di veicoli - sia auto che truck - per consentire la transizione verso una mobilità climate-neutral nell'UE entro il 2050, compreso l'obiettivo di medio termine di una riduzione del 55% delle emissioni di CO2 entro il 2030.

Il documento mette in guardia anche su alcune reali preoccupazioni che provengono dal campo e invita i responsabili politici dell'Unione a un approccio più realistico quando si tratta di selezionare le soluzioni politiche e tecniche da adottare in futuro. Il documento è pubblicato in un contesto in cui il Parlamento europeo sta approvando gli standard relativi alla CO2 per i nuovi veicoli per il 2025, 2030 e 2035. In tal senso l'AECDR esorta il Consiglio europeo e tutte le istituzioni dell'UE a raggiungere un approccio realistico.

Antje Woltermann, portavoce dell’AECDR, ha spiegato: «La transizione in corso dovrebbe favorire la sostenibilità e l'occupazione delle imprese europee. Obiettivi non realistici potrebbero provocare una pressione straordinaria su migliaia di concessionari che attualmente stanno investendo enormi somme di denaro in imprese a prova di futuro. Pertanto, invitiamo i responsabili politici dell'UE a considerare la realtà vissuta dalle aziende in tutto il continente. L'approvazione dei nuovi standard di CO2 per i nuovi veicoli da parte della plenaria di giugno sarà la prima pietra miliare per adottare soluzioni ambiziose ma realistiche per tutti gli attori coinvolti in questa transizione e i concessionari di automobili sono una parte fondamentale di queste soluzioni».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli