Concordia: a 10 anni da naufragio esce 'Apnea' di Luca Cari e Virginia Piccolillo

·1 minuto per la lettura

A dieci anni dal naufragio della Costa Concordia esce 'Apnea-Costa Concordia, otto vigili del fuoco e l’impresa mai raccontata', scritto a quattro mani da Luca Cari, responsabile della comunicazione in emergenza del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, e Virginia Piccolillo, giornalista del 'Corriere della Sera', edito da Mondadori.

Nel libro, per la prima volta, otto pompieri, Sandro Scoccia, Roberto Trapassi, Sergio Bronchini, Alberto Falciani, Giuseppe Bartalotta, Andrea Bardi, Massimiliano Bennati, Stefano Bartolommei e il loro comandante Ennio Aquilino, che salirono a bordo della Costa Concordia mentre imbarcava acqua dopo un inchino suicida a soli novanta metri dall’isola del Giglio, svelano cosa è successo veramente dentro le viscere della nave.

Nessuno di quei vigili del fuoco altamente specializzati vuole oggi sentirsi chiamare eroe, perché chi fa quel mestiere è allenato nel corpo e nella mente ad affrontare situazioni drammatiche e lo vive come la normalità. Eppure leggendo le gesta di questi uomini, resi ciechi dal buio della notte e frustati dal mare mosso, è evidente che hanno compiuto qualcosa di eccezionale, di totalmente al di fuori della norma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli