Concordia: dialogo ufficiale di macchina-Schettino, 'quadro elettrico allagato'

·1 minuto per la lettura

"L'acqua è entrata sulla nave, sto scendendo giù a controllare, un attimo che mettiamo in moto le pompe". Parole del direttore di macchina Giuseppe Pillon nelle fase concitate seguite all'incidente della Concordia. Due minuti dopo, nella telefonata delle 21:51, il comandante della nave Francesco Schettino richiama Pillon: "Non possiamo entrare in macchina dal lato sinistro, c'è acqua fino all'officina, il quadro elettrico è allagato". Il dialogo è richiamato nel bellissimo podcast "il Dito di Dio" di Pablo Trincia, in occasione del decennale del naufragio.

L'impianto elettrico che distribuisce l'energia dai generatori ai motori e a tutto il resto della nave è fuori uso. Nel frattempo, il primo ufficiale Giovanni Iaccarino, su richiesta del comandante Schettino, ha raggiunto la sala macchine dove ci sono Pillon e il resto dell'equipaggio, per verificare quali siano i danni effettivi, quanti e quali compartimenti della nave siano stati danneggiati dall'urto.

"Quando ho aperto la sala macchine - dichiara l'ufficiale Iaccarino nel podcast di Pablo Trincia - la cosa che mi è rimasta impressa è l'acqua che schizzava dai volani, innalzandosi velocemente. Tutto questo ci ha dato una grande sensazione di paura. Ma la cosa più spaventosa è l'acqua che sale, una forza d'entrata così forte che pensi già non ci sia più nulla da fare".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli