**Concorrenza: rilievi Ue su spiagge, governo attende Consiglio di Stato** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il pallino è nelle mani del Consiglio di Stato, anche se, al momento, una delle ipotesi più accreditate è il rinvio pregiudiziale alla Corte di giustizia europea. Con tempi supplementari che finirebbero per far slittare anche un eventuale intervento dell'esecutivo.

Le spiagge, in realtà, nel provvedimento varato dal governo ieri non sono state totalmente bypassate. Rientrano, infatti, nell''operazione trasparenza' voluta da Draghi, con una 'mappatura' delle concessioni, a partire da durata e canone, che potranno essere note a qualsiasi cittadino decida di venirne a conoscenza.

Le spiagge, inoltre -viene spiegato da chi è vicino al dossier – non hanno alcuna condizionalità sul Recovery e i fondi legati al Next Generation Eu: la riforma della concorrenza che ha ottenuto il disco verde del Cdm risponde alle richieste di Bruxelles, il Pnrr, e le risorse che ne conseguono, non risentirà certo dell'assenza di regole nuove per le concessioni balneari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli