Concorsi pubblici in Sicilia 2019: le scadenze e i nuovi bandi

concorsi pubblici Sicilia 2019

I concorsi pubblici in Sicilia in scadenza nelle prossime settimane sono rivolti soprattutto al reclutamento di personale medico.

Concorsi pubblici in Sicilia per medici: le scadenze

In Sicilia si cercano anche profili dirigenziali di reparti operativi funzionali, in aziende ospedaliere universitarie e in associazioni Onlus. In particolar modo, a Palermo sono da segnalare i bandi indetti dall’Azienda Ospedaliera Universitaria P. Giaccone, diretti appunto a figure dirigenziali specialistiche. Ecco quali sono i profili richiesti:

  • un medico chirurgo, per dirigere l’unità di cardiochirurgia, cui verrà attribuito un incarico della durata di sette anni, con la possibilità di essere rinnovato;
  • un medico chirurgo che si occuperà di dirigere l’unità di chirurgia toracica, cui verrà attribuito un incarico quinquennale, anche questo rinnovabile.

I nuovi bandi 2019 in Sicilia

L’università di Palermo seleziona, per titoli e colloquio, quattro ricercatori per quattro dipartimenti diversi, per i seguenti settori:

  • nel Dipartimento di architettura, un ricercatore a tempo determinato deputato alla progettazione urbanistica;
  • per il Dipartimento di scienze agrarie, un ricercatore a tempo determinato;
  • nel Dipartimento di ingegneria, un ricercatore nel settore di specializzazione ingegneria degli idrocarburi, della sicurezza e protezione in ambito civile;
  • per il Dipartimento di giurisprudenza, un ricercatore nella disciplina del diritto comparato.

La procedura di ammissione al concorso prevede i seguenti passaggi: i candidati dovranno utilizzare l’applicativo dell’Università di Palermo e compilare la domanda online, per poi stamparla firmarla e trasmetterla esclusivamente tramite posta elettronica certificata intestata al candidato. L’invio della domanda tramite casella di posta elettronica ordinaria è consentita solo per i cittadini stranieri, che dovranno comunque sottoscrivere la domanda con firma digitale. In assenza di quest’ultima, il candidato straniero dovrà allegare un’autocertificazione per validare la domanda, prima dell’inizio del colloquio.

Inoltre, è previsto il versamento di € 35,00 come quota di partecipazione, senza il quale, si verrà esclusi dalla procedura. Il colloquio verterà sulla discussione di titoli e pubblicazioni; agli interessati sarà notificata tramite PEC la data della prova, con l’orario e la sede.

Concorsi pubblici fuori Palermo

A Enna, l’Università “Kore” seleziona un docente di seconda fascia per il settore concorsuale 11/A3. Il titolo richiesto per concorrere è il dottorato di ricerca. La O.N.L.U.S. Oasi Maria Santissima bandisce concorso per 22 posizioni tra medici geriatri, neurologi, anestesisti e rianimatori, cardiologi, neuropsichiatri infantili e psicologi, a tempo indeterminato.

In questo caso, la commissione esaminatrice attribuirà 20 punti per i titoli, più altri 80 ripartiti tra le tre prove d’esame: la prima prova scritta si baserà su argomenti attinenti al profilo oggetto del concorso, oppure su un elaborato relativo a un caso clinico; segue una prova pratica, definita a discrezione della commissione in base al profilo specifico. La prova orale sarà un colloquio sulle materie caratterizzanti la medesima disciplina. Ad Agrigento, il Comune di Sambuca di Sicilia ricerca un dirigente tecnico a tempo determinato.

Le informazioni aggiuntive sui bandi in Sicilia

Per ogni informazione aggiuntiva o chiarimento sui requisiti richiesti dai bandi per i singoli profili, è opportuno prestare attenzione alla lettura del bando stesso. In particolare, nel caso della selezione di professioni mediche sono ovviamente richiesti l’iscrizione all’Albo dei Medici, un’anzianità di servizio minima per l’ambito in cui si concorre, un attestato di formazione manageriale nel caso del settore dirigenziale, un curriculum professionale con esperienze debitamente documentate.

In merito alla copertura di posizioni interne ai dipartimenti universitari, naturalmente è necessaria l’abilitazione scientifica per le materie oggetto di concorso, ovvero per il macro-settore che le comprende.