Concorso nazionale per scuole e università "Un ospedale con più sollievo"

info@wecanjob.it (WeCanJob.it)

Concorso nazionale per scuole e università "Un ospedale con più sollievo"

La Fondazione “Gigi Ghirotti”, l'Unione Cattolica Italiana insegnanti, dirigenti, educatori e formatori, la Fondazione Alessandra Bisceglia W Ale Onlus, l'Associazione “Attilio Romanini”, la Fondazione “Policlinico Universitario Agostino Gemelli” promuovono anche quest'anno il Concorso nazionale “Un ospedale con più sollievo”.

L'iniziativa è stata ideata per spingere i più giovani verso la riflessione sui principi che stanno alla base dell'istituzione della Giornata del Sollievo, celebrata per la prima volta nel 2001 su proposta della Fondazione “Gigi Ghirotti” allo scopo di porre attenzione sulla necessità di potenziare la dimensione umana nel complesso rapporto tra pazienti e operatori sanitari.

Possono partecipare al concorso studenti e studentesse appartenenti a:

  • ultimo anno della scuola dell'infanzia;
  • V classi della scuola primaria;
  • III classi della scuola secondaria di I grado;
  • scuola secondaria di II grado;
  • classi delle sezioni ospedaliere di ogni ordine e grado;
  • corsi di laurea triennale e specialistica.

Ai fini della partecipazione, è fatta richiesta alle studentesse e agli studenti di riflettere in forma individuale o di gruppo sul tema in oggetto tramite diverse modalità espressive, nel modo che segue:

  • plastico o poster (scuola dell'infanzia);
  • prodotto iconografico o testo (scuola primaria);
  • prodotto iconografico con didascalie esplicative o fumetto (scuola secondaria di I grado);
  • videoclip (scuola secondaria di II grado);
  • prodotto iconografico o testo o videoclip (scuola ospedaliera);
  • elaborato in forma di testo consistente in una ricerca o in una narrazione (università) riguardante:
    • ricerca sui luoghi storici di assistenza sanitaria di una città e/o di una regione italiana, finalizzata a promuovere la conoscenza del luogo del sollievo e del contesto urbano/regionale in cui esso si inserisce;
    • testo narrativo, incentrato su esperienze relazionali che valorizzano il significato della solidarietà all'interno di luoghi assistenziali o riferite a situazioni personali, reali o immaginate.

Per ognuna delle 6 categorie di concorso verrà assegnato un premio da 500 euro all'elaborato vincitore più una targa di riconoscimento.

La data di scadenza per la partecipazione al concorso è fissata al giorno 30 aprile 2020.

Scarica qui il bando completo

Scarica qui la nota del MIUR

LEGGI ANCHE: La nostra comunità domani: concorso per scuole, enti e associazioni di formazione informale sui temi della solidarietà e dell'inclusione

 

Iscriviti al nostro canale Telegram dedciato al mondo della scuola: basta un click qui.

Autore: We Can Job. Per approfondimenti su formazione e lavoro visita il sito Wecanjob.it.