Concussione, sindaco di Praiano arrestato in flagranza

Psc

Napoli, 5 giu. (askanews) - Arrestato in flagranza di reato Giovanni Di Martino, sindaco di Praiano e presidente della Conferenza dei sindaci della Costa d'Amalfi. L'accusa per il primo cittadino del piccolo comune del Salernitano, finito ai domiciliari, concussione. L'arresto, da parte degli agenti della Squadra mobile di Salerno, scattato a conclusione di un'indagine coordinata dalla locale procura della Repubblica avviata dopo la denuncia sporta, nella serata di ieri, da un libero professionista. L'uomo ha raccontato ai poliziotti di aver subito una richiesta concussiva da parte del sindaco nell'ambito della sua attivit di amministratore di condominio. Oggetto del contendere un immobile di Praiano, per il quale la scorsa estate erano stati riscontrati alcuni problemi al sistema fognario. A maggio scorso - ricostruisce una nota della Questura - la vittima aveva appreso che sarebbero stati effettuati dei lavori sulla rete fognaria principale e del fatto che il Comune stava per eseguire degli scavi proprio in prossimit dell'entrata del suo parco. Aveva, pertanto, incaricato il suo tecnico di concordare con la ditta esecutrice dei lavori l'intervento di riparazione sulla rete fognaria nella parte di pertinenza del condominio. Lavori che erano stati eseguiti. Il 3 giugno scorso, per, l'amministratore era stato contattato direttamente dal sindaco e invitato in Comune. Nel corso del colloquio gli erano stati chiesti 250 euro per regolarizzare la pratica ed evitare possibili ripercussioni amministrative e pecuniarie e lungaggini burocratiche. I due si erano poi dati appuntamento, oggi, a Salerno per la consegna della somma. E' stato cos predisposto un servizio di pedinamento e, nei pressi di un bar di via Roma, il sindaco stato bloccato mentre intascava il denaro dalle mani della vittima.