Condanna di 7 anni al colpevole della morte di Sara e Jessica

morte sara e jessica incidente
morte sara e jessica incidente

Solo 7 anni di carcere per il colpevole dell’incidente che ha portato alla morte di Sara e Jessica, due cugine di origini venete, uccise sulla A28 a gennaio.

7 anni di carcere per il colpevole dell’incidente sulla A28

Sette anni di carcere: è questa la condanna ai danni di Dimitre Traykov, 61enne bulgaro responsabile del tamponamento mortale avvenuto lungo la A28, ad Azzano Decimo, lo scorso 30 gennaio. Nell’incidente hanno perso la vita due ragazze, Sara Rizzotto, di 26 anni, e la cugina, Jessica Fragasso, di 20.

Il bulgaro è stato condannato dal gup del Tribunale di Pordenone a sette anni di reclusione per omicidio stradale, aggravato dall’omissione di soccorso, e fuga dal luogo dell’incidente. Inoltre, la perizia del tribunale ha evidenziato che il tamponamento sarebbe avvenuto ad almeno 180 chilometri all’ora.

La rabbia dei familiari di Jessica e Sara

«Non è giusto: sono morte due persone e sette anni non sono una pena sufficiente. Significa che ognuna delle loro vite valeva tre anni e mezzo».

Queste le parole la nonna delle vittime, in riferimento alla sentenza di condanna nei confronti del 61enne. Anche il papà di una vittima ha spiegato ai giornalisti che la famiglia si aspettava una condanna esemplare.

I legali dell’imputato hanno preferito non commentare, rimandando l’analisi della situazione alla lettura delle motivazioni della sentenza, che saranno depositate tra 15 giorni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli