Condannato dipendente del Vaticano per prostituzione minorile

·1 minuto per la lettura
Armando Cardarilli, condanna grave per l'impiegato del Vaticano
Armando Cardarilli, condanna grave per l'impiegato del Vaticano

Aspra condanna per Armando Cardarilli, dipendente del governatorato della Santa Sede. Il 57enne lavorava nella direzione telecomunicazioni, fino all’arresto avvenuto nel marzo 2019 e la conseguente sospensione dal posto di lavoro.

Condanna per Armando Cardarilli

Le accuse per Cardarilli sono davvero molto pesanti: ha procurato droga e fatto prostituire una studentessa di 17 anni, conosciuta online su un sito per incontri. Ieri, 22 ottobre 2020, per l’uomo è arrivata l’amara condanna a 6 mesi di carcere, anche per aver avuto rapporti sessuali con la ragazzina ed averla pagata 100 euro per l’atto.

Prostituzione minorile, cessione di stupefacenti e violenza sessuale, questi i capi d’accusa per Armando Cardarilli. Per quanto riguarda l’ultimo reato, il 57enne lo avrebbe commesso nel tentativo di ricattare la minorenne, minacciandola di diffondere un suo video pornografico se lei non avesse accettato ad avere un ultimo rapporto con lui.

La denuncia della minorenne

Secondo quanto denunciato dalla vittima, dopo aver conosciuto Cardarilli su di un sito per incontri, le ha dato della cocaina dopo un rapporto sessuale, il giorno seguente l’ha persino accompagnata a scuola. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata quando l’uomo ha cercato di organizzare un’agenda di prostituzione per lei, da allora ha iniziato a farsi chiamare “Il Professore”.

Dopo averle procurato un cliente, riceve un rifiuto da parte della ragazzina che decide di uscire dal giro: è in questo momento che la minaccia, spingendola invece a proseguire con la denuncia. Nessuno ha mai trovato il filmato nominato da Armando Cardarilli, anche se è plausibile esista dato che la sua casa è piena di telecamere, ora lui passerà 6 mesi dietro le sbarre.