Condannato negli Usa libico per attentato Bengasi: 19 anni

Dmo

Roma, 24 gen. (askanews) - Un cittadino libico, arrestato in Libia e trasferito negli Stati uniti nel 2017, è stato condannato a 19 anni di prigione per il suo ruolo nell'attacco all'ambasciata americana e all'edificio della Cia di Bengasi nel 2012.

Nell'attacco morirono l'ambasciatore americano John Christopher Stevens, un funzionario del dipartimento di Stato e due membri della Cia. (Segue)