Condizionatore a 16 gradi: "Sono putiniana?". Poi la bolletta da 778 euro

bolletta
bolletta

In un contesto come quello attuale, segnato da un aumento generale dei prezzi, tra cui quello delle bollette, non è passata inosservata la vicenda che ha coinvolto una donna che si vantava sui social di tenere il condizionatore acceso con una temperatura di 16° C.

Condizionatore a 16 gradi: “Sono putiniana?”

Non è passato inosservato, lo scorso luglio, il post pubblicato da un’utente su Twitter in merito alla sua decisione di tenere acceso il condizionatore per mantenere una temperatura di 16° C. In particolare a destare interesse è stato il suo commento, ovvero: “Sono a 16 gradi. Sono putiniana? #Caldo“.

Parole che si rivelavano essere un chiaro riferimento alla ormai nota frase di Mario Draghi, pronunciata in conferenza stampa. Ovvero: “Preferiamo la pace o il condizionatore acceso?“.

Bolletta da 778 euro e la replica social

Ebbene, proprio qualche giorno fa la stessa utente, così come riportato su Leggo, ha pubblicato un messaggio su Twitter, poi eliminato, con scritto: “Per la prima volta nella mia vita ho chiesto la rateizzazione della bolletta della luce. A giugno avevo pagato 389 euro. Oggi mi è arrivata da 788“.

Parole che sono finite subito nel mirino del popolo del web che non ha di certo dimenticato il precedente post, poc’anzi citato. Ebbene, sempre l’utente in questione ha sottolineato come:

“Rispetto al bimestre precedente, di bolletta, sono circa 200 euro in più, ma è pur vero che luglio e agosto il caldo era insopportabile e quindi condizionatori accesi in tutta casa. Di quei 45 euro di canone tv che proprio non mi vanno giù”.