Confagri: export riso in Cina importante per made in Italy

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 apr. (askanews) - "Un risultato importante per tutta la filiera e, allo stesso tempo, un altro riconoscimento per l'eccellenza della produzione risicola italiana". Così il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, sull'odierno annuncio del ministero delle Politiche Agricole relativo alla messa in opera del protocollo, sottoscritto nell'aprile 2020, sull'esportazione di riso "Made in Italy" sul mercato cinese.

La Cina produce circa 150 milioni di tonnellate su una produzione mondiale nell'ordine di 500mila tonnellate l'anno, ma non ha mai sperimentato le varietà da risotto che, di fatto, sono un'esclusiva italiana. Nel 2019 le importazioni cinesi di riso sono ammontate a 66 milioni di tonnellate.

"Desideriamo ringraziare tutti gli enti e le strutture che hanno operato per tagliare il traguardo, a partire dai ministeri degli Esteri e delle Politiche Agricole, all'Ente Risi, al Servizio fitosanitario nazionale" - aggiunge Giansanti - Grazie al loro lavoro, sarà possibile conquistare nuove quote di mercato per una produzione che è di grande importanza anche sotto il profilo ambientale e di gestione del territorio".

"Il riso italiano da risotto incasserà senz'altro un crescente apprezzamento da parte dei cinesi, che ne sono i primi consumatori al mondo", conclude il presidente di Confagricoltura.