Confapi verso l’apertura di una sede territoriale a Bergamo

·2 minuto per la lettura
featured 1552087
featured 1552087

Milano, 16 dic. (askanews) – Bergamo città funestata dal Covid e tuttavia esempio nazionale di resilienza. Bergamo, insieme a Brescia, pronta a rinascere come città della cultura nel 2023. Nonstante le avversità il territorio ha saputo resistere e anzi il distretto industriale, uno dei più importanti d’Europa, è in pieno fermento.

E’ qui a Bergamo che Confapi, l’associazione delle piccole e medie industrie private, vuole fare la sua parte al fianco delle industrie locali aprendo una sede territoriale. Come ha spiegato Antonio Maria Leonetti, responsabile territoriale Confapi Bergamo: “Abbiamo ritenuto opportuno utilizzare questa tragedia come slancio per poter creare qualcosa di nuovo, sostenere questo tessuto e le imprese del territorio di Bergamo.

E un’associazione di categoria come Confapi ha dentro il territorio

di Bergamo il suo habitat naturale”.

Con le sue 90mila aziende associate e 13 contratti collettivi di lavoro, Confapi rappresenta la piccola e media industria italiana, che è l’ossatura portante del Paese. “Confapi ha un’attenzione particolare per il territorio ma ha anche la capacità, viste le relazioni che negli anni ha sviluppato, di prendere la particolarità del territorio e portarla su tavoli nazionali ed europei”, ha aggiunto.

“Questa è un’occasione per tanti produttori piccoli e medi della provincia di Bergamo di essere inseriti all’interno di un network grandissimo e di avere la possibilità di potersi confrontare con altri imprenditori che vivono i loro stessi problemi”.

Consulenza nella gestione dei contratti e networking sono solo alcuni dei servizi che Confapi intende proporre al territorio bergamasco che secondo la Camera di Commercio conta ben 92mila aziende.

“Il sistema Confapi offre anche dei servizi fatti nell’interersse non solo dell’associato, ovviamente, ma sono servizi fatti da un’associazione di imprenditori

Il nostro obiettivo non è fare business, è risolvere il problema degli imprenditori”, ha concluso Leonetti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli