Conferenza su migrazioni di Parigi,Italia stoppa iniziativa Francia

Gtu

Roma, 22 lug. (askanews) - Stop al documento di Parigi: è il succo della "Riunione informale sulle Migrazioni nel Mediterraneo" organizzata oggi nella capitale francese, appendice del Gai di Helsinki, e che "non ha prodotto una linea condivisa". Lo fanno sapere fonti del Viminale. Il ministero infatti ha inviato dei tecnici, dopo che il ministro Matteo Salvini aveva discusso l'argomento anche in una riunione ad hoc con gli omologhi di Francia, Germania e Malta durante il vertice nella capitale finlandese.

Roma e La Valletta - spiegano dal Viminale - hanno ribadito le loro proposte, ovvero "meccanismi di distribuzione temporanea di tutti gli immigrati irregolari, e una rotazione dei porti sicuri di sbarco delle persone rintracciate in mare", in modo che "l'accoglienza non pesi esclusivamente su Roma e La Valletta che rischiano così di diventare l'hot spot d'Europa". Obiettivo: "Prevenzione dell'immigrazione illegale nel Mediterraneo, nella salvaguardia e nel rispetto delle persone e delle norme internazionali. Ma anche lotta ai trafficanti di esseri umani". Essenziale per Italia e Malta, "anche una vera politica europea di rimpatrio dei non aventi diritto".