Confermato a Torino il Glocal Film Festival a metà marzo

Prs

Torino, 3 mar. (askanews) - LA 19ma edizione del Glocal Film Festival, che si terrà dal 12 al 16 marzo al Cinema Massimo di Torino, è stata confermata con qaulche taglio alle iniziative. Le misure per il contenimento dell'emergenza Coronavirus hanno reso necessaria la sospensione del progetto "Professione Documentario", le cui ultime proiezioni saranno riprogrammate nei prossimi mesi in accordo con gli istituti scolastici coinvolti. Inoltre la "Mostra Ritratti di Cinema", inizialmente prevista al Polo del '900 è stata posticipata al prossimo autunno.

"Stiamo vivendo un momento difficile, pieno di incertezze e di timori, e siamo naturalmente molto dispiaciuti per tutte le realtà culturali messe a dura prova dal blocco delle attività - ha detto Gabriele Diverio, direttore artistico del Glocal Film Festival - Non vogliamo sottovalutare ciò che sta accadendo e siamo consapevoli che il rischio di una proroga sia alto. Però vogliamo presentarvi lo stesso la 19esima edizione del nostro festival, perché ci sembra giusto farlo".

"Siamo convinti che, tra tante paure, possa essere d'aiuto qualche certezza. La certezza è un gruppo di lavoro che ha messo a punto e perfezionato questa edizione nell'arco dell'ultimo anno; la certezza è la rete di collaborazioni che è stata messa in piedi e i film che sono stati selezionati pensando al nostro pubblico; la certezza è sapere che finché non ci verrà comunicato il contrario, ci prepareremo al meglio per far sì che il 12 marzo si possa inaugurare con 'Pastrone!' di Lorenzo De Nicola, un evento dedicato a tutta la città, nell'anno di Torino Città del Cinema 2020. Siamo pronti ad andare in scena e vogliamo fare festa con gli amici e tutti gli appassionati di cinema. Se non sarà possibile, sapremo di non aver lasciato nulla di intentato", ha aggiunto il direttore del festival.

Con 50 titoli tra sezioni competitive, proiezioni speciali, omaggi e incontri, la cinematografia protagonista. Tra gli ospiti attesi a Torino l'attore Fabrizio Bentivoglio, voce di Pastrone nel documentario, il regista Lorenzo De Nicola e Paolo Beldì, regista novarese che ha diretto innumerevoli trasmissioni tv dagli anni '80 a oggi.

L'omaggio di questa edizione è dedicato al regista torinese Gianluca Maria Tavarelli, con tre proiezioni di film dei suoi esordi in 35 mm e lunedì 16 marzo sarà insignito del Premio 'Riserva Carlo Alberto'.