Confindustria Veneto: autonomia non è pericolo per unità nazionale

Bnz

Venezia, 22 lug. (askanews) - "L'Autonomia rafforzata non va considerata come un pericolo per l'unità nazionale, anzi è l'opportunità per una reale spending review che faccia da anno zero per definire i costi standard e individuare le best practice. È infatti doveroso riconoscere e premiare le buone capacità amministrative e gestionali dei diversi enti locali tanto quanto disincentivare la gestione non efficiente".

Lo ha sottolineato, in una nota, il presidente di Confindustria Veneto, Matteo Zoppas.

"Una unità di prodotto - ha proseguito-deve avere lo stesso costo in ogni regione. A questo scopo, è assolutamente necessario che venga adottato nel minor tempo possibile il criterio dei costi e dei fabbisogni standard. Si tratta di un principio cardine di efficienza nell'uso delle risorse pubbliche,- ha proseguito il presidente di Confindustria Veneto - sostenuto in maniera convinta anche da Confindustria nel position paper condiviso unanimemente giovedì scorso con tutte le rappresentanze regionali del sistema. Le aree svantaggiate del Paese vanno sostenute con tutti gli investimenti necessari ma questo non va confuso con la richiesta di Autonomia. Per liberare risorse da destinare al sud serve quella maggiore efficienza che sta proprio alla base dell'Autonomia differenziata", ha concluso Zoppas.