Confindustria Vicenza: dichiarazioni offensive da presidente Inps

Bnz

Vicenza, 8 giu. (askanews) - "Affermare che le aziende non ripartono per 'opportunismo' e 'pigrizia' va ben oltre l'essere irrispettosi verso le persone che soffrono perch il lavoro non c', un vero e proprio atto offensivo, tanto pi quando pronunciato da una persona che occupa il vertice di un istituto chiave per il nostro Paese. Il presidente di Confindustria Vicenza, Luciano Vescovi, replica cos alle dichiarazioni rilasciate in un'intervista dal Presidente dell'Inps Pasquale Tridico.

"A nessuno piace tenere chiusa l'azienda - ha incalzato Vescovi - a nessuno piace dire a una persona di stare a casa, a nessuno piace vedere le produzioni semivuote. C' gente che ha lavorato una vita e sacrificato tutto per poter costruire una realt capace di creare valore per il territorio e per il paese e che permetta alle persone di esprimere la propria professionalit e di portare a casa i frutti del proprio lavoro, per se stessi e le proprie famiglie".

"E ora, in un momento drammatico, in cui giustamente il capo dello Stato invita tutti ad essere uniti - ha aggiunto - ed evitare fratture sociali, ci troviamo il Presidente dell'Inps che punta genericamente il dito contro gli imprenditori neanche fosse una diretta emanazione di quella scuola di pensiero che ci considera 'prenditori', quando invece per ogni imprenditore fare domanda di CIG un dolore".