Confini contesi, Cina progetta strada che farà infuriare India

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 lug. (askanews) - La Cina ha deciso di collegare con una strada la contea di Lunze in Tibet a Mazha in Xinjiang, il che sarebbe già una bella sfida ingegneristica, vista l'orografia dei luoghi. Ma l'azzardo politico rischia di essere anche maggiore: la strada correrà vicino al confine con l'India in una delle zone contese che spesso provocano scintille tra i due giganti dell'Asia.

Secondo quanto racconta oggi il South China Morning Post, il progetto è tra i 345 proposti per la realizzazione di 461mila km di autostrada entro il 2035, in un tentativo di rimettere il turbo alla crescita, ormai piuttosto rallentata, attraverso grandi investimenti infrastrutturali.

Il progetto, che è stato consegnato la scorsa settimana, prevede la costruzione dell'autostrada G695 che correrà attraverso la contea di Cona, nel Tibet meridionale, immediatamente a nord del confine India-Tibet che è demarcato dalla porosa Linea di controllo (Lac). Attraverserà inoltre la contea di Kamba, che ospita una base militare, e quella di Gyirong, vicina al confine col Nepal. Ancora, attraverserà le contee di Burang (vicino al confine tra Tibet-Nepal e Tibet-India) e Zanda, parte del quale è sotto il controllo indiano.

Tra l'altro, la nuova strada si troverà pericolosamente vicina all'altamente contestata valle di Galwan, dove negli anni recenti non sono mancate tensioni tra India e Cina. Due anni fa, in uno scontro, morirono almeno 20 soldati indiani e quattro cinesi. Da allora le relazione sino-indiani sono in uno stato scadente. Dopo 16 cicli negoziali, attraverso canali sia militari che diplomatici, non si è trovato ancora lo spazio per una soluzione della questione.

"La Cina intende controllare un'ampia area per consentire un rapido movimento di truppe in caso di ogni tipo di disintegrazione di tipo sovietico o di rivolta interna anche con sosteno estero", ha commentato al SCMP Srikanth Kondapalli, un professore di Studi cinesi ppresso la Jawaharlal Nehru University di Nuova Delhi.

Nell'ultimo decennio, la Cina ha accelerato i suoi sforzi per costruire una rete di strada in Tibet e nelle regioni di confine. Questo ha acutizzato le tensioni con l'India, visto che i confini tra i due paesi più popolosi del mondo non sono tracciati con chiarezza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli