Confintesa: Partito Decreto dignità alleato con quello Jobs Act?

Red

Roma, 22 ago. (askanews) - "Se, come diceva Otto Von Bismarck, la politica è l'arte del possibile ci spieghino i parlamentari pentastellati come sarà possibile costruire l'alleanza tra il partito che ha voluto il Decreto Dignità e quello che ha istituito il Jobs Act che ha cancellato molti diritti dei lavoratori". Lo dichiara Francesco Prudenzano, Segretario Generale di Confintesa, in merito alle ipotesi di un nuovo governo tra PD e del M5S.

"Confintesa, pur rimanendo fuori dalla ressa delle tifoserie governative, non può non constatare incoerente pensiero di chi ritiene possibile un'alleanza di governo PD-M5S al fine di risolvere la crisi, anche se non causata dalla componente grillina. Se è vero - continua Prudenzano - che le posizioni tra Lega e M5S erano, per molti versi, distanti già da tempo (una fra tutte l'adozione del salario minimo), oggi quelle tra M5S e PD sono assolutamente antitetiche soprattutto sui problemi del lavoro, vedi ancora il salario minimo legale o il taglio dei parlamentari. I pentastellati - conclude Prudenzano - si rendano conto dell'attuale situazione e abbiano il coraggio morale di riprendere un cammino interrotto, anche se non per loro volontà, con l'ex alleato di governo e portino avanti le riforme sociali promesse in campagna elettorale"