Confronto Bonaccini-Di Maio su internazionalizzazione ed export

·1 minuto per la lettura

Roma, 27 lug. (askanews) - "Oggi abbiamo avuto un confronto positivo e proficuo con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, sulle politiche per l'internazionalizzazione e per l'attrazione degli investimenti. Ambiti che possono davvero rappresentare un volano straordinario per lo sviluppo del Paese e per la ripresa, in particolare dopo le gravi e preoccupanti conseguenze derivanti dall'emergenza Covid-19". A dichiararlo il Presidente Stefano Bonaccini, al termine dell'incontro di questa mattina in videoconferenza fra la Conferenza delle Regioni e il Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio. "Anche per questo, l'8 giugno abbiamo sottoscritto il 'Patto per l'export', condividendone la sua articolazione (6 pilastri: campagne di comunicazione; promozione integrata; formazione/informazione; e-commerce; sistema fieristico; finanza)", ha ricordato Bonaccini: "Nel Patto ci sono risorse significative per l'attuazione dei pilastri strategici pari a circa 1,4 miliardi di euro e in questo contesto una funzione prioritaria può essere svolta dalla digitalizzazione del sistema imprenditoriale". Per questo, "abbiamo chiesto al Ministro di farsi portavoce nel Governo dell'esigenza immediata di un'adeguata disponibilità infrastrutturale digitale e del recupero dei ritardi accumulati sulla banda ultralarga". Per Bonaccini, infatti, "abbiamo di fronte obiettivi ambiziosi che impongono una sinergia stretta e una collaborazione istituzionale forte fra il MAECI e la Conferenza delle Regioni". (segue)