Congresso Usa certifica vittoria Biden come nuovo presidente dopo scontri

·1 minuto per la lettura
Panoramica di una seduta congiunta del Congresso a Washington

WASHINGTON (Reuters) - Ore dopo che centinaia di sostenitori del presidente Donald Trump hanno preso d'assalto il Campidoglio colpendo al cuore la democrazia statunitense, il Congresso ha certificato formalmente la vittoria elettorale del democratico Joe Biden.

Nella tarda serata di ieri le due Camere del Congresso hanno ripreso i lavori per certificare la vittoria del Collegio Elettorale di Biden, con un dibattito che si è protratto fino alle prime ore di stamani. Dopo il dibattito, il Senato e la Camera dei Rappresentanti hanno respinto due obiezioni al conteggio e hanno certificato il voto finale del Collegio Elettorale con 306 voti per Biden e 232 per Trump.

Il vicepresidente Mike Pence, annunciando il voto finale, ha detto che "sarà considerata una dichiarazione sufficiente per le persone elette presidente e vicepresidente degli Stati Uniti (Kamala Harris)".

L'esito non è mai stato in dubbio, ma la procedura era stata interrotta dai manifestanti - spronati da Trump - che si sono fatti strada oltre le barricate di sicurezza, hanno rotto finestre e scavalcato muri per introdursi nel Campidoglio.

La polizia ha riferito che durante gli scontri sono morte quattro persone - una per ferite d'arma da fuoco e tre per emergenze mediche - e 52 persone sono state arrestate.

(Tradotto da Redazione Roma, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)