Coni: Malagò, 'su professionismo donne vera discriminazione all’interno dello sport'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 mag. (Adnkronos) – Il presidente del Coni Giovanni Malagò durante il Consiglio Nazionale tenutosi nel Salone d'Onore sul professionismo femminile, ha reso noto che c’è una legge, 91/81 “completamente anacronistica” che individua alcune federazioni e categorie di atleti che sono professionisti. Il Presidente ha fatto i complimenti alla Federcalcio che “ha mosso le acque” e ha riconosciuto le atlete tesserate in Serie A come professioniste, ma che i fondi stanziati non sono sufficienti e ciò va a carico delle società che fanno fatica già senza questi oneri contributivi. Malagò ha sollevato quindi il quesito sul perché una calciatrice di Serie A è professionista e un’atleta come Pellegrini o Goggia no? Malagò ha parlato “di una vera discriminazione all’interno dello sport”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli