Coniugi uccisi, i giudici si oppongono al rilascio del figlio

·1 minuto per la lettura
Coniugi uccisi a Bolzano: Cassazione contro rilascio di Benno
Coniugi uccisi a Bolzano: Cassazione contro rilascio di Benno

I giudici della prima sezione penale della Cassazione si sono opposti al rilascio di Benno Neumair, il ragazzo accusato di aver ucciso e occultato il cadavere dei genitori Peter e Laura, per il concreto pericolo che potesse fuggire una volta uscito dal carcere. Hanno dunque dichiarato inammissibile il ricorso ripresentato dai suoi avvocati.

Coniugi uccisi a Bolzano: Cassazione contro rilascio di Benno

La Cassazione ha così motivato la decisione: “Le esperienze di permanenza all’estero in Germania, a Granada, in Psagna e Insbruck per così tanti anni e in così tanti Paesi hanno portato il giudice per le indagini preliminari a ritenere che l’indagato Benno Neumair avesse acquisito facilità di movimento e adattamento oltre che di organizzazione della propria vita lontano dal luogo di residenza“. Aspetti della personalità che, secondo i giudici, ben si conciliano con l’ideazione di una possibile fuga.

Coniugi uccisi a Bolzano, Cassazione contro rilascio di Benno: i fatti

Dopo aver inizialmente negato il suo coinvolgimento nella vicenda adducendo di essere stato da un’amica al momento della scomparsa dei genitori, denunciata da sua sorella, Benno aveva detto agli agenti di aver agito contro il padre dopo un litigio dovuto al denaro. Secondo il suo racconto il genitore lo avrebbe fatto sentire colpevole di non contribuire all’economia della casa.

Dopo l’ennesima discussione, Benno lo ha dunque strangolato con una corda e, in un secondo momento, ha ucciso anche la madre aggredendola alle spalle con lo scopo di eliminare l’unica testimone di quanto successo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli