Conou partner di Ride Green del Giro d'Italia

·1 minuto per la lettura

"Tutto l’olio che abbiamo raccolto nei 37 anni di attività di Conou se fosse stato versato in mare avrebbe ricoperto una superficie pari a 2 volte e mezzo quella del Mar Mediterraneo". Così da Perugia, sede di partenza della tappa odierna del Giro d’Italia, il vicepresidente di Conou Riccardo Piunti.

Il Consorzio Nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati è partner, infatti, di Ride Green, il progetto di sostenibilità del Giro d’Italia che promuove la salvaguardia delle aree attraversate grazie ad un sistema di raccolta differenziata dei rifiuti.

Conou punta così a far conoscere agli italiani l’importanza della raccolta differenziata dell’olio usato. Il Consorzio raccoglie ogni anno circa 200.000 tonnellate di olio minerale usato, rigenerandolo e dandogli una nuova vita in un'ottica di una vera economia circolare.

Non solo. Grande attenzione anche alle nuove generazioni con app e game realizzati per sensibilizzare i ragazzi alla tematica del riciclo, del riuso e dell'economia circolare; è uno degli obiettivi principali di Green League, una collezione di giochi digitali dedicati all'ambiente pensata e prodotta da Conou.

"Se vogliamo salvaguardare l’ambiente non possiamo solo fare mezzi ad energia rinnovabile - ha affermato il vicepresidente di Conou - ma dobbiamo anche recuperare e riciclare tutto quello che usiamo, l’economia circolare è il pilastro del futuro e della battaglia per la salvezza del pianeta".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli