Consiglio dei ministri, il comunicato -4-

Luc

Roma, 5 mar. (askanews) - NOMINE

Il Consiglio dei ministri ha deliberato:

- - su proposta del Ministro dell'interno Luciana Lamorgese, la conferma nell'incarico di Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura del prefetto dott.ssa Annapaola PORZIO, a norma dell'articolo 11 della legge 23 agosto 1988, n. 400;

- - su proposta del Ministro della difesa Lorenzo Guerini, l'avvio della procedura per il conferimento al Generale di divisione aerea Giandomenico TARICCO dell'incarico di Presidente della Cassa di previdenza delle Forze armate;

- - su proposta del Ministro dell'università e della ricerca, Gaetano Manfredi, l'avvio della procedura per la nomina dei professori Alessandra CELLETTI, Marilena MANIACI, Menico RIZZI e Massimo TRONCI a componenti del Consiglio direttivo dell'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR).

*****

LEGGI REGIONALI

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha esaminato otto leggi delle Regioni e delle Province autonome e ha quindi deliberato

- di impugnare:

1. 1. la legge della Regione Toscana n. 83 del 30 dicembre 2019, recante "Disciplina delle autorizzazioni e della vigilanza sulle attività di trasporto sanitario", in quanto alcune norme riguardanti gli operatori addetti al soccorso e al trasporto sanitario si pongono in contrasto con i principi fondamentali in materia di "professioni" riservati alla legislazione statale dall'articolo 117, terzo comma, della Costituzione;

2. la legge della Regione Toscana n. 2 del 3 gennaio 2020, recante "Disposizioni sul circuito automobilistico e motociclistico situato nel Comune di Scarperia e San Piero. Modifiche alla l.r. 48/1994 e alla l.r. 89/1998", in quanto alcune norme riguardanti le emissioni sonore derivanti dal circuito automobilistico e motociclistico del Mugello si pongono in contrasto con gli articoli 117, secondo comma, lettera s), e terzo comma, con riferimento alla tutela dell'ambiente e della salute, violando altresì i principi di cui agli articoli 2, 3, 9 e 32 della Costituzione, che garantiscono il diritto dei cittadini a vivere in un ambiente salubre. Il Governo ha deliberato l'impugnativa in considerazione dell'imminente scadenza del termine per proporre il ricorso, tuttavia, vi è la disponibilità a ritirare l'impugnativa in base agli esiti di una riunione che sarà immediatamente fissata con il Presidente della Regione Toscana, finalizzata a salvaguardare l'attività dell'autodromo nel rispetto delle norme statali di riferimento;

- di non impugnare:

1. 1. la legge della Provincia di Bolzano n. 1 del 03/01/2020, recante "Disposizioni collegate alla legge di stabilità 2020";

2. 2. la legge della Regione Toscana n. 82 del 30/12/2019, recante "Partecipazione della Regione Toscana alle politiche dell'Unione europea. Modifiche alla l.r. 26/2009";

3. 3. la legge della Regione Toscana n. 1 del 03/01/202, recante 0 "Nuove disposizioni in materia di accreditamento delle strutture e dei servizi alla persona del sistema sociale integrato. Modifiche alla l.r. 82/2009";

4. 4. la legge della Regione Basilicata n. 1 del 20/01/2020, recante "Riordino della disciplina dell'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente della Basilicata (A.R.P.A.B.)";

5. 5. la legge della Regione Basilicata n. 2 del 20/01/2020, recante "Disposizioni in materia sanitaria";

6. 6. la legge della Regione Abruzzo n. 1 del 14/01/2020, recante "Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e ulteriori disposizioni urgenti".

*****

Il Consiglio dei ministri è terminato alle 15.47.