Consiglio Lazio, Bonafoni: nostra regione laboratorio M5S-Pd

Bet

Roma, 16 set. (askanews) - "Oggi servirebbe una mozione di solidarietà al centrodestra... io vedo imbarazzo, regolamenti di conti, separati in casa. Solidarietà perché avete ricevuto schiaffoni dal capogruppo Lombardi, perché siete pochissimi. Altro che compatti: non siete neanche venuti in Aula a sentire qui. Non vi abbiamo mai visti tutti in Aula, neanche per la mozione di sfiducia. Non c'è nessuno fuori dalla Pisana, pensavo sareste venuti coi pullman ma non c'è nessun popolo. Non vedo movimento nel centrodestra, ma solo traffico. Una situazione delirante". Così intervenendo in aula alla Pisana dove è in corso una seduta del Consiglio regionale del Lazio dedicata alle ripercussioni della crisi di governo e dell'accordo M5S-Pd a livello laziale, Marta Bonafoni della civica Zingaretti. "Il Lazio potrà dare un esempio, perché negli anni è stato un laboratorio a partire dal 2013, da quando Zinga ha scelto di non rompere il campo ma di allargarlo. Dico anche ai M5s: se siamo qua a parlare di una possibilità per il Paese e per le regioni è perché qui abbiamo fatto la differenza nell'unità nelle divisioni, valorizzando anche la pluralità delle posizioni. E se voi riuscite a dialogare con questa parte qui prima di altri è perché insieme siamo riusciti a mantenere questo schema. E' su questo schema e non sui posti e le poltrone che dovremo e potremo insistere, sul cambiare in meglio la vita dei cittadini" ha aggiunto.