Consiglio Lazio, Leodori (Pd): Pd-M5S? Mi stupisce lo stupore

Bet

Roma, 16 set. (askanews) - "Una settimana fa dicevo che era prematuro se non azzardato parlare di accordo già definito con il M5s. Oggi aggiungo: ho difficoltà a capire perché possa destare stupore vista la situazione nazionale. E' una conseguenza di questa, un percorso comune sui temi, non sulle poltrone. Temi su cui confrontarci". Così Daniele Leodori, vicepresidente della regione Lazio intervenendo alla seduta del Consiglio regionale del Lazio dedicata alla situazione politica, ricordando quanto avvenuto in in questi mesi alla Pisana e ricordando che "da un anno e mezzo, su temi specifici e concreti, ci siamo comportati in modo chiaro e alla luce del sole. Prima trovando in aula il modo di continuare e proseguire un percorso politico. E' la prima volta che la Regione non ha una maggioranza tale da poter essere governata da un presidente che ha avuto un voto in più. Ma è una legge basata sul bipolarismo, rispecchiava il panorama politico. Nell'ultima tornata elettorale per la prima volta tre candidati sono arrivati a cinque punti gli uni dagli altri, tripolarizzando il quadro. Per la prima volta si è dovuti andare in Aula per capire se c'erano i numeri".