Consiglio Lazio: ok della commissione al piano annuale ricerca

Bet

Roma, 26 set. (askanews) - La commissione Sviluppo economico, ricerca e innovazione del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Massimiliano Maselli, ha dato questa mattina parere favorevole al piano annuale per la ricerca, l'innovazione e il trasferimento tecnologico. Si tratta della terza annualità del programma 2017/19 e quindi riguarda in sostanza il completamento di progetti già iniziati, in tutto 18. Alla fine dei tre anni sono stati impegnati circa 191 milioni di euro, una spesa maggiore dei 187 milioni preventivati inizialmente. Si tratta di progetti che spaziano dalla medicina, alla green economy, all'innovazione applicata alla cultura, alla mobilità sostenibile. Il più rilevante, con un impegno di spesa di circa della Regione di circa 25 milioni di euro per il progetto in sé e di 41 per le infrastrutture necessarie, riguarda un bando dell'Enea, vinto dalla Regione Lazio, il "Divertor tokamak test facility" (Dtt) per la produzione di energia da fusione nucleare e sarà realizzato a Frascati. Complessivamente si tratta di un investimento di circa 500 milioni di euro (fra fondi pubblici e privati) e creerà 1.600 posti di lavoro. Dopo il parere della commissione, il piano torna adesso in Giunta per il via libero definitivo. Le consigliere Marta Leonori e Marietta Tidei(Pd) hanno chiesto un ruolo più attivo della commissione nella redazione della prossimo programma triennale che dovrà essere approvato entro aprile del prossimo anno. Il presidente Maselli ha stabilito di calendarizzare quanto prima un'audizione dell'assessore responsabile della materia per avviare un lavoro di collaborazione.