Consiglio Lazio, Parisi: M5S-Pd? Zingaretti si dimetta, al voto

Bet

Roma, 16 set. (askanews) - "Zingaretti si dimetta e si vada al voto". Così Stefano Parisi (EpI) portavoce del centrodestra intervenendo alla Pisana dove è in corso un consiglio regionale straordinario dedicato alla situazione politica attuale. "E' legittimo quello che ha detto Lombardi, che ci sia confronto tra Pd e M5s per capire se entrare in maggioranza" ha detto Parisi riferendosi alle parole del capogruppo M5S alla Pisana "ma c'è differenza tra parlamento e consiglio" ha spiegato ricordando che il presidente della regione lo eleggono direttamente i cittadini e che "la Lombardi ha chiesto voti come me - ha ricordato - contro le politiche di Zingaretti. Oggi, per non tradire la fiducia dei cittadini, non si possono piegare le istituzioni alla volontà dei partiti. Le istituzioni vanno rispettate" ha sottolineato Parisi facendo poi riferimento al "caso Umbria" che sta tenendo banco in queste ore e aggiungendo: "se è così, come sembra che ci sia un percorso come in Umbria, benissimo, è legittimo. Però si voti". Parisi ha posto poi l'accento sul lavoro di Nicola Zingaretti in regione. "E' evidente che Zingaretti che non se ne occupa più, non è più presidente della Regione Lazio. Sapevamo che non sarebbe venuto stamattina, abbiamo chiesto lo stesso di fare il dibattito. Zingaretti qui non è mai più venuto, avrà persone di cui si fida e mantiene il posto, si dimetta da presidente della Regione per rispetto delle istituzioni, si vada a nuove elezioni, fate una coalizione e poi i cittadini daranno legittimità a questa coalizione. Potrebbero magari anche vincere, chi lo sa. Però penso che sia corretto, per rispetto dei cittadini e della Regione, ma anche della persona Zingaretti, segretario del Pd. Si dimetta, si torni al voto, e si faccia una giunta" ha concluso Parisi.