Consiglio Lazio: semaforo verde per cinque ordini del giorno

Bet

Roma, 21 dic. (askanews) - Via libera nel pomeriggio alla manovra 2020 del Consiglio regionale del Lazio che ha anache esaminato e votato sei ordini del giorno, scelti tra i molto più numerosi presentati dai vari gruppi, gli altri saranno esaminati in una seduta a parte, alla ripresa dei lavori dopo le festività di fine anno. Cinque di essi sono stati approvati, e tra questi uno in particolare, presentato da alcuni consiglieri, tra cui prima firmataria Marta Bonafoni, che impegna il presidente della Regione e l'assessore competente a emendare la normativa vigente, entro il 31 gennaio 2020, al fine di prevedere soluzioni per fronteggiare le situazioni straordinarie di emergenza abitativa. Approvati anche: un ordine del giorno a firma Pasquale Ciacciarelli del Gruppo misto, per la realizzazione della rete ferroviaria veloce Roma Frosinone Cassino;  uno a firma Giuseppe Simeone,  che chiede la realizzazione di una rotatoria all'incrocio tra via Acqualonga e la variante strada statale 7 Appia;  uno proposto dall'altro esponente del gruppo misto Enrico Cavallari, per la risoluzione delle problematiche di collegamento dei comuni di Pomezia e Ardea a Roma Capitale; infine, uno proposto da Daniele Giannini della Lega, riformulato, con il quale si intende sollecitare le autorità competenti a promuovere interventi atti al recupero dell'edificio occupato di proprietà regionale di via Maria Adelaide, nel centro di Roma; respinto invece uno di Francesca De Vito, del Movimento 5 stelle, per l'attribuzione a tutte le province delle funzioni in materia di turismo.