Consiglio Lazio, Simeone (FI): salvavita importante per bambini

Bet

Roma, 20 nov. (askanews) - "La politica svolge la propria funzione sociale soprattutto quando non pensa all'interesse particolare ma alla collettività. Con piacere ho votato favorevolmente la proposta di legge sulle "Disposizioni in materia di disostruzione delle vie aeree e della rianimazione cardiopolmonare con l'impiego del defibrillatore", dopo il lavoro certosino svolto dalla commissione che mi onoro di presiedere. Si tratta di una conquista di civiltà e prima ancora di amore per la vita e per i più piccoli, dal momento che questa legge è importante soprattutto per prevenire i rischi di soffocamento dei bambini".

E' il commento di Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare. "La legge più in generale mira a diffondere la conoscenza delle tecniche salvavita e di primo soccorso, attraverso la concessione di contributi, la promozione e l'organizzazione di campagne di informazione e corsi formativi rivolti in primo luogo a genitori e operatori scolastici. In particolare è previsto un piano triennale di interventi per realizzare compagne di informazione sulle tecniche di disostruzione delle vie aeree, di rianimazione anche attraverso l'impiego di defibrillatori e di primo soccorso.

Ritengo utile sottolineare alcuni dati significativi. Ogni anno in Italia 60mila persone, e oltre 400mila in Europa, sono colpite da arresto cardiaco. Le statistiche ci dicono che nel 70% dei casi l'arresto cardiaco è testimoniato - spiega - da persone che non sono personale sanitario ma che comunque potrebbe iniziare le manovre di rianimazione cardiopolmonare, aumentando di 2-3 volte le possibilità di sopravvivenza o di danno neurologico permanente. Nel nostro Paese si sta facendo un grande lavoro nella prevenzione di questo tipo di eventi, l'obbligo di avere defibrillatori nei luoghi pubblici può dare un contributo notevole in questa direzione" conclude Simeone.