Consiglio Lazio, Vincenzi (Pd): per il cinema una legge nuova

Bet

Roma, 17 giu. (askanews) - "Il cinema e l'audiovisivo rappresentano un formidabile strumento di innovazione tecnologica, di sviluppo del territorio, di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, con ricadute importanti per il turismo. Per tutti questi motivi un bel segnale l'approvazione, oggi, in Consiglio della legge che riordina in toto le norme in materia di cinema e audiovisivo, abrogando la vecchia legge regionale". il commento di Marco Vincenzi, presidente del Gruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale del Lazio, al via libera alla legge sul cinema. "Vero e proprio settore strategico, con una lunga tradizione di eccellenze e professionalit, che ne fanno un punto di riferimento e un polo attrattivo importante per competitivit e qualit, aveva bisogno di un nuovo strumento legislativo, innovato e adeguato alle nuove normative nazionali. Dal potenziamento dei circuiti delle sale cinematografiche, per una maggiore diffusione anche nei centri minori e nelle aree pi svantaggiate, con un'attenzione particolare - spiega - ad una maggiore e migliore diffusione dei film, ai programmi di formazione e aggiornamento per gli addetti del settore con particolare attenzione all'innovazione tecnologica, alla promozione di maggiori livelli di occupazione nel settore, in particolare rivolti ai giovani, all'abbattimento delle barriere architettoniche e sensoriali e al miglioramento delle condizioni di sicurezza delle sale, per finire con il contrasto al fenomeno della pirateria audiovisiva e informatica e la salvaguardia del diritto d'autore - conclude Vincenzi - tante le novit e gli strumenti per assicurare uno sviluppo importante, equo ed omogeneo ad un settore che, grazie a competitivit, passione, innovazione, professionalit e storia, pu aiutare moltissimo la ripresa economica, sociale e culturale della nostre Comunit".