Consiglio nazionale M5S: de-escalation e ruolo Camere anche su armi

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 giu. (askanews) - E' "assolutamente opportuno" che l'Italia si faccia "interprete" e "protagonista" di una "nuova fase degli sforzi diplomatici" così da scongiurare il "rischio di una escalation militare". Si auspica poi che il Parlamento venga coinvolto nell'eventuale "decisione di inviare a livello bilaterale nuove forniture militari". E' quanto si legge in un comunicato stampa del Consiglio nazionale M5S, sull'esito della riunione della notte dello stesso Consiglio dove è stata per ora sospesa la richiesta di sospensione del ministro delgli Esteri, Luigi di Maio, entrato in rotta di collissione con il leader Giuseppe Conte. Nel testo si puntualizza che quanto deciso è stato approvato "all'unanimiutà".

Il Consiglio Nazionale "auspica che l'intero Parlamento o, quantomeno, i Gruppi parlamentari che sostengono il Governo possano convenire sulla necessità di una descalation militare in favore di una escalation diplomatica che porti al più presto a un cessate il fuoco e, in prospettiva, a una definizione pacifica del conflitto in atto; di un più pieno e costante coinvolgimento del Parlamento con riguardo alle linee di indirizzo politico che verranno perseguite dal Governo italiano nei più rilevanti consessi europei e internazionali, inclusa l'eventuale decisione di inviare a livello bilaterale nuove forniture militari, funzionale a rafforzare il mandato del Presidente del Consiglio in tali consessi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli